Ambiente
Commenta

Il progetto "Plastic free" al Galilei
di Crema: raccolti 150 kg di rifiuti

Questa mattina il progetto “Plastic Free” ha incontrato gli studenti dell’istituto “Galilei” di Crema. Sei classi del biennio (tre di meccanica, tre di indirizzo chimico) sono state coinvolte dal professor Domenico Anelina, uno dei referenti dell’associazione Plastic Free sul nostro territorio, prodigatosi per organizzare questo evento di sensibilizzazione all’interno della scuola.

Una giornata non solo di lezione teorica, ma anche di pratica in campo: dopo la videolezione sul progetto Plastic Free e sul problema delle plastiche, che il professor Anelina e la collega Silvia Corini hanno tenuto dalle 8.30 alle 9.30, via Meet online, a tutti gli studenti, i partecipanti si sono divisi in gruppi e hanno battuto vari luoghi della città per raccogliere i rifiuti plastici abbandonati, attrezzati di guanti e tutto il necessario grazie a Linea Gestioni.

Un gruppo è partito da via Benvenuti e dalla zona centrale sino al parcheggio della “buca” giù verso il lungo fiume sbucando in via Macello. Un altro gruppo, passando da piazza Garibaldi, si è spinto sul viale Santa Maria e sulle vie parallele al canale Vacchelli. Un terzo gruppo partito da via Matilde di Canossa, ha percorso via Libero Comune verso Sabbioni-Ombriano, e infine un altro si è diviso, sempre da Via Matilde di Canossa, verso via Indipendenza. In tutto 120 studenti per 200 chilogrammi di rifiuti raccolti, effettuando la differenziata.

Questa attività è simile nei suoi obiettivi e condivide gli stessi partner delle domeniche di raccolta dei rifiuti abbandonati, cioè FIAB Cremasco in collaborazione sempre con Linea Gestioni e l’assessorato all’Ambiente del Comune di Crema. Soddisfatto Matteo Gramignoli, che ha elogiato il lavoro svolto dai giovani: “Una bella mattinata al fianco dell’ambiente. Stiamo già pensando di replicare in primavera, con ancora più classi da coinvolgere”.

 

© Riproduzione riservata
Commenti