Politica
Commenta

Finalpia, Beretta (FI) non molla:
"E' tutto inaccettabile"

“Non è possibile che fatta una scelta, non venga spiegata alla città. Non sono, per natura, sospettoso. Ma ora qualche dubbio ce l’ho, perché non vengono date le ragioni di quanto portato avanti”.

Il consigliere di Forza Italia Simone Beretta non molla riguardo la questione Finalpia e sottolinea ancora, a mezzo stampa, quanto sia “inaccettabile che una Fondazione e il suo Cda non ragguaglino i cremaschi sulle scelte prese”.

Il forzista si riferisce in particolare sulla strada avviata della trattativa privata, è un accordo “rent to buy”, che prevederebbe, per quanto al momento è dato sapere, una locazione triennale con un canone annuo superiore a quello a suo tempo corrisposto da CH HOTELS e anche indicato dal potenziale locatario individuato dalla Fondazione ad inizio 2020 per una locazione, poi non andata in porto per via della sopravvenuta emergenza pandemica.

Per Beretta “Se può andare bene questo tipo di contratto, allora non si capisce perché non sia stata indetta una nuova gara,  immaginando che altre cordate – e io so che c’erano –  potessero essere messe nella condizione di fare offerte migliori e avevano assolutamente titolo a poter concorrere per meglio patrimonializzazione”.

Il consigliere, lo scorso 5 ottobre, ha richiesto tutta la documentazione relativa alla Fondazione Opera Pia, “ma ad oggi non ho ancora ricevuto nulla. Attendo, ma dopo 30 giorni scadono i termini previsti per la presentazione delle carte. E’, e non so più come dirlo, inaccetabile. Questa mancata trasparenza – ha chiosato – sfocia nell’ignoranza”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti