Cronaca
Commenta

PolentAnffas, la dodicesima
edizione è d’asporto

Sta scaldando i motori la dodicesima edizione di PolentAnffas. Prenotazioni aperte, si farà d’asporto dal 14 ottobre: “un modo alternativo per stare ancora insieme”

“Stiamo ricevendo un buon numero di prenotazioni: siamo contenti che le persone vogliano stare in nostra compagnia, nonostante il Covid. È un modo per tenere vivo lo spirito di PolentAnffas anche a distanza”. Così la presidente di Anffas Crem aps Daniela Martinenghi.

Le prenotazioni per la dodicesima edizione rigorosamente d’asporto, in partenza dal prossimo 14 ottobre, hanno preso il via lo scorso sabato 9 ottobre. “La pandemia ci ha impedito nuovamente di ritrovarci insieme a condividere un buon piatto di polenta per fare inclusione con gusto. Questa edizione vuole, tuttavia, mantenere viva una tradizione particolarmente vissuta dal territorio cremasco. Portate le specialità cucinate dai nostri volontari nelle vostre case, condividetele con gli amici: sarà un modo per stare ancora insieme, nella speranza di poterci rivedere presto” dice rivolgendosi direttamente ai cremaschi.

Le specialità verranno preparate per le cene dal 14 al 16 ottobre o dal 21 al 23 ottobre e per i pranzi del 17 e del 24 ottobre. Ritiro disponibile per la cena dalle 18.30 alle 20 e per il pranzo dalle 11.30 alle 13 presso il tendone Anffas (ingresso via Mulini). Prenotazioni online a questo link o, in caso di difficoltà, chiamando il numero 3423425096503 dalle 14 alle 18. Non verranno prese in considerazione ordinazioni fatte via WhatsApp.

“Il ricavato di questa edizione, resa possibile grazie al sostegno del Credito Cooperativo di Caravaggio Adda e Cremasco – Cassa Rurale e del Parco del Serio, verrà impiegato per la ristrutturazione della nuova sede del Servizio diurno alternativo. Grazie di cuore a tutti coloro che vorranno sostenerci e festeggiare con noi il cinquantesimo di Anffas Crema. In modo diverso, certo, ma con lo spirito di chi

sa che possiamo continuare solo insieme e dare così forma ad un domani più inclusivo”.

© Riproduzione riservata
Commenti