Cronaca
Commenta

Pestaggio di gruppo a Rivolta
d'Adda, quattro denunciati

Sono stati denunciati per lesioni personali aggravate i quattro giovani tra i 22 e i 25 anni, residenti nelle province di Cremona e Lodi e alcuni dei quali con precedenti, che quasi tre mesi fa si erano resi responsabili di una violenta aggressione a Rivolta d’Adda. Gli eventi risalgono alla sera del 22 luglio scorso, quando un ragazzo di 24 anni, di nazionalità indiana, era finito vittima di un imboscata da parte di un connazionale 22enne, accoltellato e preso a calci e pugni.

Sul posto erano intervenute tre pattuglie dell’Aliquota Radiomobile di Crema e delle Stazioni di Rivolta e Camisano, che avevano accompagnato il 24enne in ospedale. Di qui sono scattate le indagini, e quella che era stata segnalata come una lite tra indiani, si è poi rivelata essere un vero e proprio pestaggio.

I militari, hanno provveduto a identificare i presenti e a ricostruire, in quel momento solo in parte, i fatti accaduti poco prima. Le successive indagini hanno consentito di appurare che la vittima quella sera era stata chiamata al telefono dal 22enne, che voleva chiarire con lui alcune questioni personali relative ai rapporti intercorsi con la sorella, ci cui era atato il fidanzato, oltre che collega di lavoro.

In un primo momento il 24enne aveva mandato a parlare il fratello e la cognata, ma aveva ricevuto minacce dal 22enne. Aveva quindi raggiunto il connazionale, che insieme ai suoi quattro amici lo aveva accompagnato in un cortile nei pressi di piazza Mazzini, dove il fratello della ex fidanzata lo aveva colpito alla testa con la lama di un coltello. Successivamente gli altri presenti lo avevano picchiato brutalmente con pugni e calci. Solo l’intervento del fratello e della cognata aveva bloccato la furia dei cinque aggressori, che si erano poi dati alla fuga prima dell’arrivo delle forze dell’ordine.

La prima parte dell’indagine, a fine luglio, aveva consentito di identificare il 22enne come colui che lo aveva convocato per il chiarimento e lo aveva colpito con il coltello. I successivi accertamenti hanno invece permesso di identificare anche gli altri quattro picchiatori e di denunciarli all’Autorità Giudiziaria per lesioni personali aggravate.

© Riproduzione riservata
Commenti