Politica
Commenta

Assalto alla Cgil: La Sinistra chiede
un Consiglio comunale urgente

Foto d'archivio

“L’assalto alla Camera del Lavoro di Roma da parte del movimento NOVAX, NOGREENPASS sostenuto da organizzazioni fasciste è un atto gravissimo, non solo per la violenza e la devastazione prodotta ma anche perché costituisce un grave attentato alla stessa struttura democratica del nostro Paese, così come è indicato dalla Costituzione”.

Il consigliere comunale Emanuele Coti Zelati, capogruppo di La Sinistra, ha richiesto – unitamente al coordinatore Paolo Losco – la convocazione di un consiglio comunale urgente per discutere di quanto accaduto a Roma, in un più ampio quadro di condanna delle azioni di violenza. “Crediamo che, alla luce anche delle dichiarazioni successive di organizzazioni quali Forza Nuova, siano evidenti la mano fascista che ha agito e i prossimi pericoli che si stanno tristemente delineando all’orizzonte. In questi timori non c’è solo la classica dialettica per cui una forza di Sinistra difende i Sindacati, vorremmo che tutte le forze politiche dell’arco costituzionale si confrontino e si adoperino su ciò che sta accadendo nel nostro Paese”.

La Sinistra ha predisposto una bozza di mozione “che ci auguriamo potrà essere votata all’unanimità da tutte le forze politiche”. Nel testo si esorta il Consiglio a condannare non solo l’assalto alla Cgil “individuando in essa una pericolosa aggressione fascista”, ma si chiede al Governo di “intervenire celermente contro tutte le organizzazioni che con la loro attività hanno contribuito alla pericolosa situazione oggetto di questa mozione e l’immediato scioglimento di tutte le organizzazioni ed associazioni ispirate, dichiaratamente o di fatto, alle ideologie naziste e fasciste”.

© Riproduzione riservata
Commenti