Cultura
Commenta

Il 16 ottobre presentazione del nuovo
libro della Società Storica Cremasca

Sabato 16 ottobre 2021, alle ore 17,00 presso la sala conferenze della Libreria Cremasca, la Società Storica Cremascapresenterà la sua decima monografia: “A. Salvagno, Giuseppe Gazzaniga. Maestro di cappella della Cattedrale di Crema. Biografia, epistolario e catalogo delle opere”, LIM, Lucca 2021. Sarà presente l’autore intervistato da Matteo Facchi, presidente dell’associazione.

Giuseppe Gazzaniga (Verona?, 1737? – Crema, 1818), che fu uno tra i compositori di punta del Settecento italiano, è noto oggi solamente per aver scritto un fortunato Don Giovanni che precede di qualche mese quello mozartiano. Questa prima monografia a lui dedicata, prende in esame la sua parabola biografica e artistica dagli esordi napoletani, fino alla sua nomina come maestro di cappella della Cattedrale di Crema, posto che tenne fino alla morte. Nonostante il rinvenimento di documenti finora inediti, non sono ancora chiari il suo luogo e la sua data di nascita. Nel primo caso sembra sia escluso che abbia avuto i natali a Verona, come finora creduto, mentre nel secondo è plausibile retrodatare la sua nascita di alcuni anni rispetto al 1743 comunemente accettato. All’interno del volume vi sono anche un fitto resoconto della carta stampata in merito alla ricezione delle sue opere, la catalogazione dei suoi lavori teatrali e sacri e un’appendice che contiene alcuni scambi epistolari, tavole cronologiche delle sue opere divise per teatro, interprete, città italiane ed europee e una ricca bibliografia.

In occasione dell’evento sarà possibile sottoscrivere la tessera associativa 2021 che darà diritto ad avere gratuitamente il volume contenente gli atti della giornata di studi danteschi che sarà pubblicato nella primavera del 2022.

Nel rispetto delle normative anti Covid-19, per accedere alla sala conferenze è necessario esibire il certificato vaccinale (‘green pass’) e sottoporsi alla rilevazione della temperatura. I posti a sedere sono numerati e assegnati dal personale che provvederà a registrare i dati delle persone per garantire la tracciabilità. Una volta seduti è obbligatorio continuare a indossare la mascherina.

© Riproduzione riservata
Commenti