Cultura
Commenta

San Domenico e Folcioni:
borsa di studio e nuovi corsi

Si è svolta ieri pomeriggio nella sala del teatro, nel corso di un breve incontro aperto dall’intervento di Paolo Cella in rappresentanza della Fondazione San Domenico, la consegna di una borsa di studio offerta dal Lions Club Gerundo di Crema, a Mariem Barhoumi, allieva dell’Istituto Sraffa, impegnata in una serie di attività presso il Civico Istituto Musicale Folcioni.

“Grazie alla solidarietà e all’attenzione che da sempre il Lions Gerundo di Crema rivolge alla nostra scuola, quest’anno riusciamo ad offrire una borsa di studio a Mariem, ragazza che frequenta il quinto anno dell’indirizzo socio sanitario dello Sraffa, distintasi per impegno e risultati ottenuti, confermati dalle prime esibizioni in alcune nostre iniziative”, ha detto Alessandro Lupo Pasini, direttore del Civico Istituto Musicale Folcioni. Il maestro Lupo Pasini ha sottolineato la collaborazione virtuosa con la scuola diretta da Roberta Di Paolantonio, concretizzatasi su due livelli: il corso di musicoterapia e quello di formazione musicale, più incentrato sul canto e sull’utilizzo della voce. In particolare, all’interno del corso svoltosi nel precedente anno scolastico, sono state selezionate alcune ragazze tra le quali Mariem, che in estate si sono impegnate a loro volta, nel corso di musicoterapia del Folcioni, potendo sperimentare direttamente quanto avevano studiato a scuola, con il supporto di Debora Tundo. Dal canto loro, Mauro Merico, presidente Lions Club Crema Gerundo ed il suo vice, Walter Ruffoni, consegnando la borsa di studio alla ragazza hanno dato la loro disponibilità anche per il futuro: “Purtroppo la pandemia sta limitando anche le risorse a disposizione, ma nei limiti del possibile, noi ci siamo sempre”.

Debora Tundo, docente del Folcioni che ha curato il progetto di collaborazione con lo Sraffa ha parlato dell’entusiamo con il quale da circa 2 anni, esiste la collaborazione con la scuola: “Ho visto ragazzi motivati in attività che si sono svolte oltre l’orario delle lezioni. Purtroppo la pandemia ci ha un po’ fermati, costringendoci a modificare i nostri programmi – ha aggiunto Debora Tundo – perché eravamo partiti proponendo in accordo con la preside, l’organizzazione di un musical, che stava impegnando circa 60 studenti dei vari indirizzi, con l’ambizione di portare in scena una rivisitazione del celebre West Side Story, poi la pandemia ha modificato tutto e così lo scorso anno, si è deciso di proporre all’indirizzo socio sanitario, un percorso di avvicinamento alla musicoterapia”. La dirigente scolastica Di Paolantonio, ringraziando la Fondazione ed il Focioni ha sottolineato la sensibilità del Lions Club Crema Gerundo, che consente all’allieva la prosecuzione del suo percorso formativo al Folcioni. “Nel nostro progetto di collaborazione con il Folcioni, una parte è stata volta a qualificare le competenze professionali del nostro indirizzo sanità e assistenza sociale, che sta crescendo tanto, e una seconda parte doveva impegnare i vari indirizzi, in un musical d’istituto. La pandemia ci ha fermati, ma speriamo presto di poter riprendere anche questa parte”.

A margine della premiazione, il maestro Lupo Pasini ha comunicato due nuove proposte nell’ambito dell’offerta del Folcioni, che vanno nella direzione di implementare ancor più la presenza del pop tra i generi musicali proposti agli allievi: si tratta del corso di chitarra Imparerock tenuto da Giorgio Marchetti, di supporto al corso Imparerock tenuto dal prof. Pier Angelo Mulazzani e che sarà finalizzato a inserire musicisti nelle numerose band esistenti. Per quanto riguarda la ripresa delle attività del corso Theory ABRSM, oltre all’aspetto formativo, ci sarà per gli allievi la possibilità di ottenere certificazioni a livello internazionale.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti