Sport
Commenta

Lucchini: "Non sarà una gara
facile, ma il gruppo è motivato"

Dopo la delusione per il mancato risultato positivo, vanificato a pochi minuti dal termine, nella trasferta di Bolzano, la Pergolettese attende domani, per la 5a giornata di campionato gli scaligeri della Virtus Verona. Formazione che ha avuto un inizio di stagione in salita con 3 sconfitte e 1 pareggio, colto nel recupero casalingo di mercoledì con il Legnago Salus.
Alla vigilia di questo match, che apre la settimana con tre incontri (mercoledì 29 turno serale di campionato a Seregno e domenica 3 ottobre gara casalinga con il Piacenza), mister Lucchini anticipa i temi e le insidie della gara di domani al Voltini (ore 17:30): “La Virtus Verona, finora, ha raccolto poco, meno di quello che avrebbe meritato sul campo, un po’ come noi. E’ una squadra che verrà al Voltini con la rabbia e la voglia di togliersi da quella scomoda posizione in classifica. E’ inutile che ricordi sempre, come sto dichiarando dall’inizio, che questo è un campionato senza partite cosiddette ‘facili’. Dovremo affrontarla con il massimo rispetto ma con la voglia e l’entusiasmo nel voler portare a casa un risultato importante.”
Dopo la gara di Bolzano, hai sottolineato l’aspetto che tornando da una trasferta con una sconfitta, nella gara casalinga successiva aumenta la pressione nel dover riconquistare quei punti persi: “Partiamo dal presupposto che è una partita di calcio. Il mio è stato un commento sul fatto che, dopo una sconfitta, devo quasi per forza vincere. E allora , in una squadra giovane, può essere una pressione e da gestire potrebbe essere più complicato. Ma ho visto i ragazzi motivati, hanno lavorato bene per tutta la settimana. Credo che se riusciamo a dare una impronta importante sin dai primi minuti alla partita, le prestazioni devono per forza portare a dei risultati positivi.”
Il tecnico gialloblù fa quindi il punto sulla situazione infortuni: “Scardina si è preparato per tutta la settimana e sarà convocato. Deciderò solo all’ultimo se portarlo in panchina perché ha fatto solo una parte di lavoro in gruppo e lo valuterò domani. Lucenti è uscito infortunato da Bolzano e non è disponibile, Girelli sta meglio ma per questa partita non lo convoco. Per il resto Vitalucci è rientrato; Faini era già pronto sin dalla scorsa gara, ma abbiamo preferito mandarlo a giocare una amichevole con la Primavera.”
In settimana si è parlato molto, con una web convention che ha coinvolto tutte le società, gli uffici stampa e i massimi vertici della Legapro, sul tema spettatori negli stadi. La statistica effettuata dice che l’affluenza attuale è del 30/35% di capienza sul 50% possibile (tranne qualche rara eccezione): “Leggendo diverse opinioni e dichiarazioni dei vari gruppi di tifosi pare che non accettano questa apertura parziale: il loro motto è “o tutti o nessuno”. Io penso che ormai siamo arrivati a una situazione di vaccinati a livello nazionale, che una apertura totale degli stadi, con tutte le precauzioni attualmente in vigore, sia il prossimo passo da fare: darebbe un grosso imput su questo aspetto dell’affluenza. Tutti noi ci auguriamo di poter rivedere gli spalti pieni e calorosi come sono sempre stati, in particolare per noi il Voltini, dove la Curva Sud è stata sempre il dodicesimo uomo in campo.”

© Riproduzione riservata
Commenti