Eventi
Commenta

MagicaMusica, tutto pronto per
il grande concerto al Campo di Marte

Le scenografie dalle grandi dimensioni sono state ultimate. Gli artisti con disabilità di MagicaMusica sono pronti per il grande spettacolo dedicato alla città Fantastica, in programma il prossimo 25 settembre alle ore 16 presso il campo di Marte di Crema. Non sarà il solito concerto, vi sarà spazio anche per l’arte, le immagini, i colori, che descrivono il desiderio dei ragazzi di una città diversa, dopo il Covid, più bella. L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Crema, Regione Lombardia e Ministero del lavoro e delle politiche sociali, oltre che dall’associazione 1870 Banca popolare e chiude la prima edizione del Magico Rinascimento. In caso di maltempo verrà posticipata a domenica 26 settembre sempre alle ore 16.

“Siamo carichissimi – spiega il direttore Piero Lombardi – e aspettiamo tutti coloro che vogliano passare con noi un bel pomeriggio tra musica, arte, fantasia ed inclusione”. Le scenografie sono state allestite nel corso del laboratorio di Magico Atelier coordinato da Fabrizia Pagotto, Elisa Ventura e Gil Macchi. Durante gli incontri gli artisti hanno disegnato la città Fantastica, descritta precedentemente nel laboratorio di scrittura creativa tenuto da Rita Porcari, Silvia Rozza e Gloria Giavaldi. Il progetto aveva coinvolto, in corrispondenza epistolare, anche i bimbi dell’istituto comprensivo Pescara 8. Sono state create tre città: Musamore, piena di strumenti musicali che generano buoni sentimenti, l’isola Sussorrosa, dove resiste l’importante valore del silenzio e la città di Altrove, dove tutto tende al cielo. Tende ai sogni. Ora le racconteranno anche i colori ed i disegni.

Ovviamente non mancherà la musica con un repertorio rivisitato. “Ci saranno i nostri cavalli di battaglia, ma anche alcune novità. Alcuni testi redatti nel laboratorio di scrittura creativa si sono trasformati in canzoni. Lo spettacolo, dunque, è assicurato. Infine “ci sarà anche la danza con alcune coreografie proposte dai nostri ragazzi.

Peraltro abbiamo invitato a ballare con noi anche i piccoli alunni delle scuole primarie di Salvirola e Ricengo, con cui di recente abbiamo realizzato degli incontri. Speriamo ci raggiungano. Ché – come dice il maestro Alex Corlazzoli – l’inclusione non si dice, l’inclusione si fa”. L’obiettivo dell’iniziativa è solo uno. “No – chiosa Lombardi – sono tre: divertire, divertirci e dimostrare che il talento è talento. Oltre ogni pregiudizio”.

Come spiega il vicesindaco e assessore al welfare del Comune di Crema, Michele Gennuso: “l’amministrazione è molto felice di aver sostenuto questo progetto che rappresenta per la città un’occasione di ripartenza e di riflessione in collaborazione con un’associazione che opera quotidianamente per valorizzare le abilità di tutti, mettendo insieme diverse professionalità. Peraltro, l’idea di mettere in scena una città immaginata dai ragazzi con stimola l’impegno per la costruzione di una comunità a misura di tutti. Ché l’impegno per l’inclusione riguarda tutti”. Sul palco ci saranno tanti talenti: “questo spettacolo offre un momento di condivisione importante e fa capire che tutti insieme, a piccoli passi, stiamo andando nella giusta direzione: quella di un mondo e di una città che valorizza le persone ed i loro talenti”.

© Riproduzione riservata
Commenti