Cronaca
Commenta

Lions Crema Host: ripartenza
e nuovi service per il 2022

Aprendo la conviviale di settembre del Lions Club Crema Host, il presidente Riccardo Murabito si è detto emozionato nel poter di nuovo sentire il suono della campanella in presenza, e con rinnovato entusiasmo ha salutato i nuovi ingressi nel sodalizio e fornito indicazioni sui service terminati e su quelli in programma. Dalla sensibilizzazione verso temi quali la fame nel mondo o il diabete, al sostegno del progetto “Due occhi per chi non vede – Cani Guida Lions”, perché il tema della vista è uno dei quattro temi principali delle attività del Lions International. I cani guida che supportano i non vedenti, vengono donati dopo un percorso di addestramento, a chi ne fa richiesta: più di duemila nel corso degli anni e tante quelle in attesa. Il costo e la preparazione al corso di addestramento di un cane guida, sono però elevati, per questo è necessaria la solidarietà ed il Lions Crema Host continuerà a fare la sua parte, per dare un contributo concreto ed affrontare le situazioni di disagio presenti sul territorio. Tra gli altri service completati nei mesi scorsi, la donazione di paramenti sacri, quale segno di riconoscimento e ringraziamento nei confronti delle Suore Adoratrici, presso la chiesa di San Giovanni Battista di Crema, gioiello storico del 1500, già restaurato nel 2005 dal Lions Club Crema Host e l’attenzione verso le scuole del territorio.

A tal proposito, dopo lo stop dello scorso anno determinato dall’incertezza rispetto all’evoluzione pandemica, sarà riproposta quest’anno un’iniziativa che l’Istituto Sraffa di Crema rivolge agli alunni con disabilità e che il Lions Crema Host ha accolto con favore, decidendo di finanziarla. Si tratta di un progetto di ippoterapia che l’istituto diretto dalla dirigente Roberta Di Paolantonio, proporrà ad un gruppo di studenti con disabilità e che si svolgerà presso il Centro di Riabilitazione Equestre, Emanuela Setti Carraro Dalla Chiesa di Crema, struttura da sempre molto cara al Lions Club Crema Host.

Nel progetto terapeutico didattico pensato dal CRE e dalla scuola, circa 90 sedute individuali di ippoterapia per un gruppo di 10 allievi, dal mese di ottobre al mese di dicembre, e dal mese di marzo al mese di maggio.

Oltre alle sedute individuali di ippoterapia, grazie alla disponibilità del direttore Agostino Savoldi, del personale del CRE e dei volontari, i ragazzi, divisi in due gruppi, parteciperanno ad altre attività laboratoriali e la prossima primavera, anche ad alcune attività presso l’orto presente all’interno del Centro di via Verdi.

Nel corso della serata, introdotta dal cerimoniere Umberto Fayer, il presidente Murabito ha voluto omaggiare i soci presenti con una targa di ringraziamento per gli anni di Lionismo e di impegno solidale.

“Più coesi siamo e più solidarietà riusciamo a fare” ha concluso Murabito, che ha anche parlato delle missioni So.San, organizzazione lionistica che promuove la sanità verso chi ne ha bisogno, della quale recentemente è stato nominato consigliere nazionale.

“Crema Host quale catalizzatore di solidarientà” ha detto Murabito, annunciando che tornerà a gennaio, l’intermeeting di tutti i club service del territorio, con una messa presieduta dal vescovo Daniele Gianotti occasione per consegnare la donazione di solidarietà, da parte dei rappresentanti delle associazioni di servizio: Lions Club, Crema Host, Lions Crema Serenissima, Lions Crema Gerundo, Leo Crema, Panathlon Crema, Rotaract Terre Cremasche, Rotary Club Crema, Rotary Club Cremasco san Marco, Inner Wheel Club Crema, Ucid Crema (Unione Cristiana Imprenditori Dirigenti).

Non sono mancati i complimenti dei soci, alla vice presidente del Lions Crema Host, Paola Orini, da quest’anno nuova dirigente scolastica dell’Istituto Galilei di Crema. La dirigente, richiamando proprio i temi cari ai soci Lions, ha parlato di eccellenza sostenibile, intendendo voler valorizzare le eccellenze presenti tra gli studenti del suo nuovo istituto, ed allo stesso tempo, andare incontro a chi ha delle difficoltà.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti