Cronaca
Commenta

Addio a Davide Viola, il cordoglio
del mondo politico e istituzionale

La scomparsa di Davide Viola ha provocato un’eco non indifferente nel mondo istituzionale e politico cremonese. Una morte prematura, che ha provocato grande dispiacere e sgomento. Molti, in queste ore, lo stanno ricordando, tra cui il sindaco di Bozzolo e già presidente della Provincia, Giuseppe Torchio, che ha annunciato sui social il decesso, e l’assessore Luca Burgazzi, che ha espresso la vicinanza alla famiglia dalla sua pagina Facebook.

Non manca poi l’addio da parte di Matteo Piloni, consigliere regionale del Pd, che lo ricorda come “Un amico, un amministratore capace, attento, solido. Sindaco di lungo corso a Gadesco Pieve Delmona, è stato consigliere provinciale prima e presidente della provincia poi, dal 2016 al 2019. Sempre disponibile.

L’ho conosciuto tanti anni fa, e insieme a lui ho condiviso un lungo percorso. Sempre presente alle riunioni o nelle assemblee. Sempre attento ai problemi del territorio. Solido nei suoi valori. Gli ultimi messaggi a luglio, per un bando regionale a cui il suo Comune aveva partecipato. Fino all’ultimo ha seguito le vicende della Fiera, di cui era membro del consiglio di amministrazione, e di Centro Padane. Oggi è un giorno triste. Il nostro territorio perde una persona che ha dato molto. La comunità del Partito Democratico perde un riferimento importante. Alla moglie e ai figli, a Rosita e ai suoi famigliari, il mio abbraccio più affettuoso”.

Anche l’attuale presidente della Provincia, Mirco Signoroni, ha voluto ricordare il collega e amico: “In questo momento di particolare dolore, a nome del Consiglio Provinciale e dell’Ente, esprimiamo la totale vicinanza alla famiglia.
E’ stato un riferimento per tutti noi, sia come amministratore che come persona, che ha testimoniato un grande impegno civico ed attenzione alla comunità, ai bisogni dei più fragili come alla vicende complesse della Provincia, proprio in un momento storico di profondi cambiamenti sia della PA nel suo complesso che degli enti locali, mettendosi a disposizione nell’immediato dopo “legge Delrio”.

La stessa partecipazione ai tavoli della competitività così come ai progetti di sviluppo del territorio lo hanno visto e vedevano recentemente impegnato, su più fronti, dalle partecipate alla stessa Fiera di Cremona, con un occhio e pensiero proiettato sempre verso il futuro, oltre la quotidianità delle emergenze. Il suo apporto è stato significativo, e con quel valore aggiunto, per una crescita sia in termini umani che a livello di territorio”.

Molto sentito e commosso l’addio che Vittore Soldo, segretario provinciale del Pd, ha voluto affidare alla propria pagina Facebook: “Ciao Davide, ciao amico mio… Con grande difficoltà e con immensa tristezza mando una preghiera e un forte abbraccio a Davide Viola con cui molti di noi, io in primis, hanno fatto tanta strada e hanno imparato tantissimo.

Lo faccio dal mio profilo personale prima di farlo come segretario del partito perché Davide è stato soprattutto un amico che ha aiutato me e molti di noi a crescere sia politicamente ma soprattutto personalmente, anche solo con l’esempio della sua azione e del suo modo di porsi e di comportarsi in ogni contesto.

E’ stata una grande persona che ha saputo tenere insieme le grandi capacità di amministratore locale e Presidente della Provincia, ad una grande fibra morale e umana.

Ci lascia un grande, una persona che mi ha e ci ha insegnato come si serve la propria comunità con rigore, onestà e rispetto per tutti. Schietto, diretto e profondamente sincero ma soprattutto c’era sempre, ad ogni ora e in ogni momento, con generosità e con competenza, a tutti gli orari, nei giorni più scomodi, per le decisioni più difficili…sempre, anche durante i mesi scorsi che non sono stati facili per lui.
Una grande perdita.

Mando un abbraccio forte a tutta la famiglia, in attesa di farlo di persona da parte di tutti noi. Adesso stringiamoci alla famiglia e salutiamolo tutti con la stessa dignità e lo stesso rigore che ci ha dimostrato di avere lui, anche durante i difficili mesi che hanno preceduto questo momento”.

Non è mancato anche il ricordo di Rosolino Azzali, vice presidente della Provincia e sindaco di Corte de’ Frati. “Ciao Davide, difficile trovare le parole giuste e so sicuramente che tu non ne vorresti molte secondo il tuo stile” scrive sulla sua pagina Facebook. “La forza la trovo nel ricordo di una amicizia autentica fatta di frequentazione e di colloqui quotidiani e porto nel cuore prima di tutto la tua grande umanità che hai insegnato a tutti noi anche nel momento della malattia affrontata con coraggio e dignità e il saper vivere il lungo servizio politico e amministrativo come impegno per la comunità con particolare attenzione ai bisognosi.

In questo momento di profonda commozione i ricordi della strada percorsa assieme nei preziosi anni della collaborazione mi proiettano davanti agli occhi l’immagine di un uomo mite, gentile, sempre sorridente e disponibile, pronto alla mediazione per la risoluzione dei problemi, aperto al confronto nell’interesse del territorio. Alla famiglia un grande abbraccio nel ricordo di un grande uomo che ci mancherà”.

Dal Cremasco, arriva invece il messaggio di cordoglio di Fabio Bergamaschi, assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Crema: “Quando si è costretti all’ultimo saluto ad una persona come Davide Viola, si rimane disarmati. La sintesi di tanti pensieri, ricordi, parole e considerazioni è semplicemente questa: una persona bella e di valore. Può sembrare retorico. Invece era proprio così”.

© Riproduzione riservata
Commenti