Cronaca
Commenta

MagicaMusica torna in classe
ed incanta i bimbi di Salvirola

Questa mattina alcuni musicisti con disabilità hanno incontrato i bimbi delle classi quarte e quinte della primaria di Salvirola: "Facciamo inclusione con l’arte"

Musica, danza, storie di vita, inclusione e tanto entusiasmo. Si riassume così la mattinata trascorsa alla scuola primaria di Salvirola da alcuni musicisti dell’Orchestra MagicaMusica. Sonia ed Alessandro, insieme al maestro Piero Lombardi, erano stati invitati nei giorni scorsi dal maestro Alex Corlazzoli e questa mattina sono tornati sui banchi di scuola per incontrare i piccoli alunni delle classi quarte e quinte. “L’incontro – spiega Alex Corlazzoli – fa parte di un progetto d’accoglienza con cui abbiamo voluto avvicinare i nostri studenti al tema della diversità. Abbiamo scelto di fare inclusione concretamente, non solo sulla carta, volendo far conoscere ai bimbi persone con disabilità che fanno musica con talento e la conoscono davvero”.

Non solo, l’esperienza di MagicaMusica ha consentito di porre l’accento anche sull’importanza dei legami, oltre ogni pregiudizio. “Essere derisi per la propria condizione – ha detto uno degli alunni – non è mai piacevole. È meglio essere amici. Sarebbe bello poter mangiare una pizza insieme”. Anche danzare insieme, su una canzone canticchiata, oltre le barriere, ha il suo fascino.

“Oggi sono qui – ha detto Sonia – perché mi piace raccontarvi chi sono. Di solito la mattina lavoro, ma oggi ho preferito essere qui con voi”. Sonia è una musicista con la sindrome di Down: “ho studiato la mia sindrome, la conosco” ha spiegato ai bimbi. Poi, però, è stato subito il momento giusto per danzare insieme. In pochi attimi Sonia ed Alessandro hanno insegnato ai bimbi i passi di una coreografia e tutti hanno condiviso passi di danza nel segno dell’inclusione.

Il progetto, dal titolo “Quelli che la musica” prevede anche il coinvolgimento delle scuole primarie di Ricengo con l’insegnante Irene Zaniboni. “Siamo molto contenti di continuare a portare la nostra realtà anche sui banchi di scuola. Ci piace essere

concreti e fare inclusione con l’arte, raccontando ciò che siamo, piuttosto che dilungarci in lunghe spiegazioni astratte”. Sulla stessa linea il maestro Corlazzoli: “di inclusione non si può solo parlare. Si deve fare, non solo compilando carte. Noi questa mattina l’abbiamo fatta, a ritmo di musica ed insieme. La scuola, quella di vita, passa anche da qui”.

I bimbi saranno graditi ospiti al grande spettacolo di MagicaMusica in programma sabato 25 settembre alle ore 16 presso il Campo di Marte. “Ovviamente – precisa Corlazzoli – è un’attività libera perché fuori dall’orario scolastico, ma chi vorrà potrà partecipare a questa bella iniziativa”. Potrà tornare ad applaudire questi artisti con e senza disabilità, uniti dalla passione per la musica. I giovani guidati da Lombardi torneranno in aula, questa volta a Ricengo, mercoledì 22 settembre.

© Riproduzione riservata
Commenti