Cronaca
Commenta

Crema: un nuovo passo
per il PRESST nell'ex tribunale

Novità per lo stabile dell’ex Tribunale. Una perizia tecnica commissionata dal Comune ha stabilito in 70mila euro l’importo necessario per l’adeguamento sismico, che nel sopralluogo avvenuto con Regione Lombardia la scorsa primavera era risultato il punto maggiormente critico alla realizzazione del Presst nel palazzo di Giustizia.

Decade dunque la soluzione ipotizzata tempo fa riguardo l’immobile sito in via Gramsci: troppo piccolo per poter servire un territorio vasto e popoloso quale è il Cremasco.

L’Amministrazione ha inviato all’Ente regionale tutta la documentazione relativa alla perizia tecnica, unitamente ad una missiva, destinata anche alle dirigenze delle aziende sanitarie coinvolte. Nella lettera il primo cittadino di Crema chiede un incontro tecnico-politico urgente, finalizzato a dare seguito agli impegni messi in campo e a rifunzionalizzare il fabbricato con una vocazione socio-sanitaria e assistenziale, coerente con i nuovi sviluppi della riforma sanitaria e gli adeguamenti imposti dal PNRR.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti