Cultura
Commenta

"Autunno in cultura": la nuova
rassegna a Ripalta Cremasca

L’Assessorato alla Cultura di Ripalta Cremasca propone quest’anno una ulteriore rassegna che continua, o meglio integra, l’ormai tradizionale Giugno Ripaltese. “Abbiamo voluto creare ulteriori momenti di aggregazione e di divulgazione, sempre sotto l’egida della cultura come trasmissione del conoscere – ha dichiarato il sindaco Aries Bonazza – Con questa nuova rassegna abbiamo pensato di fornire alle persone l’opportunità di immergersi in incontri piacevoli, divertenti, ma anche e soprattutto formativi. Una rassegna per tutti, importante per il territorio tanto che Regione Lombardia ha concesso al nostro Comune un contributo di 2500 euro in quanto l’iniziativa è stata considerata di rilevanza regionale avendo come fine l'”attivazione di relazioni e coesione nelle comunità locali e di quartiere, costruire legami sociali e partecipazione civica, promuovere l’identità e le tradizioni locali”. Una gran bella soddisfazione al di là del contributo ricevuto”.

Molte le proposte, diversificate in modo da soddisfare i gusti e gli interessi dei partecipanti: rassegne di film, incontri con autori di libri, spettacoli, concerti, conferenze di carattere storico locale, mostre e gastronomia. Nel 2021, anno in cui si celebrano più ricorrenze, Ripalta ha voluto porre attenzione soprattutto a due artisti legati, ciascuno a modo suo, al territorio cremasco: il sommo Poeta Dante Alighieri e il contrabbassista Giovanni Bottesini.

“Abbiamo quindi costruito la rassegna proprio da questi due Personaggi vaganti, prendendo spunto dal viaggio e dal cambiamento. Del resto, il viaggio è un cambiamento, ma anche il cambiamento è un viaggio fra due diversi approcci mentali, crescendo cambiano le esigenze personali oppure, per una situazione indotta siamo costretti a cambiare il nostro atteggiamento nei confronti della vita”.

Molti degli eventi previsti si svolgeranno nella nuova sala polifunzionale nell’edificio dell’”Antica Scuola”, che dispone di un impianto audio/video di ultima generazione, accessibile a tutti grazie all’abbattimento delle barriere architettoniche e la cui cerimonia di inaugurazione si svolgerà durante la rassegna.

© Riproduzione riservata
Commenti