Cronaca
Commenta

A Crema elevata adesione ai
vaccini. Borghetti: "Noi al 75%"

Massiccia l’adesione ai vaccini presso il centro di Crema. Ad attendere il proprio turno, anche molti giovanissimi e donne in gravidanza. Soddisfatto il radiologo Maurizio Borghetti, che sul suo profilo facebook ha riportato i dati aggiornati di Regione Lombardia. “Premesso che il dato importante è quello delle seconde dosi in quanto sono quelle più efficaci nei confronti delle varianti”, scrive il radiologo, “le percentuali di tali vaccinati rispetto alla popolazione vaccinabile sono del 71% in provincia (una delle più alte in Italia e del mondo) mentre per quanto riguarda le singole città abbiamo Cremona al 68% e Crema al 75%”.
Maurizio Borghetti

“Un importante risultato”, lo ha definito il medico, “che combacia con quanto rileviamo da queste parti in fatto di incidenza di malattia significativa. A tutt’oggi in agosto solo 9 tac di polmoniti Covid delle quali 6 in non vaccinati, 2 vaccinati con 1 dose (di queste uno da pochi giorni) e una sola in persona 70enne vaccinata completa e polmonite minima (5%) guarita a casa. E’ sufficiente fare paragoni con altre situazioni, italiane ed estere, per capire che se la situazione in questo momento è di sensibile tranquillità lo si deve alla elevata adesione al vaccino. Contrariamente a quanto affermato da esperti nazionali e statunitensi, è quasi certo che qui si arrivi a superare il fatidico 80% che potrebbe farci dormire tranquilli”.

“Nel mio piccolo”, conclude Borghetti, “ringrazio di cuore tutti coloro che hanno aderito, stanno aderendo e aderiranno a questa campagna vaccinale, alcuni con coraggio, altri superando le paure, tutti insieme con uno sguardo alla propria salute e una spinta al proprio senso civico”.

© Riproduzione riservata
Commenti