Cronaca
Commenta

Minorenni si ubriacano e si sentono
male: sospesa licenza a due locali

Il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Crema nell’ambito dell’attività di contrasto al consumo di alcolici tra i minorenni ha segnalato alle Autorità Giudiziarie e Amministrative i titolari di due esercizi pubblici, per aver somministrato o permesso che i dipendenti somministrassero, bevande alcoliche a minori di 18 anni. I locali in questione sono ubicati a Offanengo e a San Giuliano Milanese.

Per quanto riguarda l’esercizio milanese i minorenni coinvolti sono quattro di cui una ragazza 15enne residente a Crema. Questi durante una serata trascorsa nel locale avevano consumato diverse bevande alcoliche, e all’uscita due ragazze avevano accusato malori a causa dell’alcol assunto ed erano stati sottoposti alle cure dei sanitari del pronto soccorso dell’ospedale di Crema.

Il dipendente che aveva somministrato le bevande alcoliche senza verificare l’effettiva età dei clienti anche mediante la richiesta di esibizione di un documento identificativo ed il titolare del locale sono stati indagati alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lodi ai sensi dell’art. 689 c.p. (per quanto attiene la somministrazione alla minore degli anni 16) mentre per la somministrazione agli altri minorenni si è provveduto alla contestazione dell’illecito amministrativo.

Per quanto rigurda il locale di Offanengo, una ragazza di 16 anni, residente nel Cremasco, si è sentita male dopo aver bevuto alcolici durante una festa di compleanno, ed è stata trasportata al pronto soccorso. Il titolare è stato quindi sanzionato per la violazione amministrativa.

E’ stata quindi richiesta ai sindaci di Offanengo e di San Giuliano Milanese l’adozione di un provvedimento di sospensione della licenza dei due esercizi per il grave abuso riscontrato; il primo cittadino cremasco ha subito emesso un provvedimento di sospensione temporanea per giorni 3 con la conseguente chiusura dell’esercizio.

© Riproduzione riservata
Commenti