Cronaca
Commenta

Bagnolo, Aiolfi: "Sagra revocata,
ma nessuna crisi in maggioranza"

Il sindaco di Bagnolo Cremasco Paolo Aiolfi spiega le ragioni della revoca delle autorizzazioni della sagra e assicura che non è in atto nessuna crisi nella maggioranza a seguito delle dimissioni da assessore di Edoardo Bertoni. Stoccate anche all’ex sindaco e alla minoranza”.

“La sagra è stata un grande successo – afferma Aiolfi – pianificata dettagliatamente e correttamente e, dunque, ben riuscita. La commissione di vigilanza ha approvato tutti gli spettacoli viaggianti e gli eventi organizzati dal comune: dai Falconieri, agli Sbandieratori, alle Fontane Danzanti. Tutti svolti nel totale rispetto delle norme anticovid, giusto precisare.

“In effetti abbiamo potuto notare, con molto piacere, la partecipazione anche dei consiglieri di minoranza, a partire proprio dall’ex sindaco avvocato Aiolfi con famiglia divertirsi sulle autopiste, per nulla preoccupato dal Covid e annessa variante evidentemente in quelle serate, ma solo a sagra chiusa, e del capogruppo di minoranza Germani, agli eventi organizzati dall’amministrazione.
“Molto felici sono stati anche i nostri anziani che, sulle note delle serate musicali, hanno voluto impegnarsi in qualche ballo con tanto di mascherina, così come previsto e concesso dal CONI fin da Maggio 2021, circa il ballo amatoriale di coppia equiparato allo sport da contatto.
Le giostre sono state spalmate in diverse piazze proprio per contenere il più possibile casi di assembramento.
Il messaggio positivo di Rinascita e Resilienza è passato correttamente e ne siamo orgogliosi. Ricordo, inoltre, che Bagnolo ha l’82% della popolazione è vaccinata e, ad oggi, i positivi sono solo 8 (di cui nessun ricoverato)”.

I fatti che hanno portato alla revca sono imputabili all’assembramento creato “nella fase finale della sagra” da “alcuni ragazzi provenienti da altri paesi limitrofi, che hanno provocato volutamente altri ragazzi con un inizio di piccole risse, creando problemi di assembramento e di potenziale pericolo. È per questo motivo che ho deciso di revocare le autorizzazioni in via prudenziale”.

Infine, “l’episodio che ha portato alle dimissioni da assessore, ma non da consigliere, di Bertoni, è scaturito da una scarsa conoscenza delle prerogative del Sindaco come ufficiale di governo del territorio. L’assessore verrà presto sostituito con un altro consigliere. Il gruppo di maggioranza Prima Bagnolo è e rimarrà compatto fino a fine mandato, voglio rassicurare tutti. E ciò accadrà nonostante le “gufate” di chi ancora non ha digerito la netta sconfitta elettorale, altrimenti non è spiegabile la partecipazione attiva e divertita alla sagra e l’accanimento verso la giunta dopo, cavalcando l’onda di un disaccordo interno già conclusosi con le dimissioni dello stesso assessore.

“D’altronde ricordiamo che anche durante i mandati dell’avv. Aiolfi ci sono state dimissioni e l’amministrazione ha continuato comunque il proprio operato fino a fine mandato. Nelle squadre vere, per quanto dispiaccia, a volte succede”.

© Riproduzione riservata
Commenti