Lettere
Commenta

Il Pd alla ricerca del
candidato perduto

da Giovanni De Grazia - coordinatore circolo FdI Crema

Nelle settimane scorse una delegazione del PD cremasco ( ormai hanno più dirigenti che elettori ) si è recata dal dott. Cabini per sondare una sua disponibilità a candidarsi per la sinistra alla carica di sindaco di Crema. Successivamente, quando la notizia è stata resa pubblica sui media locali, la reazione dei suddetti dirigenti è stata simile a quella di un elefante in una cristalleria : si, va bene, siamo andati ma in realtà abbiamo già contattato altri 5/6 possibili candidati ( per ora…).

Inoltre, sempre i suddetti dirigenti hanno dichiarato che il loro obiettivo non era quello di individuare un possibile candidato ma quello di mettere in moto un movimento per costruire ( testuali parole ) ” il terreno sul quale edificare il futuro di Crema, un progetto di città ambizioso e qualificato, un progetto aperto….”.

Come diceva un conduttore televisivo, una domanda sorge spontanea: ma chi ha amministrato/governato la nostra città negli ultimi VENTIQUATTRO anni ( tranne la parentesi della giunta Bruttomesso ) se non il PD (o Pds e Ds)?.

Come hanno dichiarato loro stessi Crema ha la necessità di avere progetti seri, ambiziosi, realizzabili e quindi di fatto sconfessando l’operato della propria amministrazione, sia quella attuale che quella passata.

E il sindaco Stefania Bonaldi, oltre a dare patenti di  “democrazia” con il piglio della maestrina ai cittadini che hanno delle opinioni politiche ( fortunatamente ) diverse dalla sua, non si sente “scaricata” e delegittimata?

Noi Cremaschi nei prossimi mesi avremo la possibilità di rivoluzionare il futuro nostro e dei nostri figli grazie alle prossime elezioni amministrative con scelte chiare, precise e coraggiose. Sarà un compito enorme che tutto il centrodestro unito dovrà affrontare nei prossimi anni , se vogliamo davvero cambiare il volto della nostra città e del nostro territorio.

© Riproduzione riservata
Commenti