Cultura
Commenta

Il ricordo della Fondazione
San Domenico per Maurizio Zurla

“Maurizio Zurla, uno dei più grandi artisti cremaschi del nostro tempo, ci ha lasciati. Ancora vivo è il ricordo della bellissima mostra con la quale ci onorò nel dicembre 2009”. E’ quanto si legge in una nota della Fondzione Teatro San Domenico.

Il titolo della mostra era “L’altra realtà”, cioè la realtà dell’Arte, della sua Arte scultorea e pittorica fatta di rigore e disciplina perché, come ci disse, “la creazione artistica non può essere un atto involontario”. Se alla Fondazione San Domenico resta l’incanto di quell’incontro di straordinario valore culturale, “a tutta la città di Crema Maurizio Zurla lascia opere sicuramente imperiture in moltissime chiese, da San Carlo a Sant’Angela Merici, dalla cappella degli istituti di ricovero al santuario della Misericordia di Castelleone o alla chiesa di San Pietro in Vincoli di Madignano. La sua eredità artistica ci permetterà di ritrovarlo ovunque e questo pensiero è di grande conforto.”

© Riproduzione riservata
Commenti