Scuole
Commenta

Presidi del Cremasco:
Pierluigi Tadi resta al Munari

Continua il valzer delle presidenze nelle scuole del Cremasco: con un decreto dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia pubblicato in data 19 luglio a firma del direttore generale Augusta Celada, sono stati eliminati alcuni errori materiali riscontrati nell’elenco pubblicato qualche giorno fa. In particolare, nel nostro territorio, contrariamente a quanto contenuto nel decreto di giovedì scorso, l’attuale preside dell’Istituto d’Istruzione Superiore “Bruno Munari”, Pierluigi Tadi, viene confermato per altri tre anni alla guida della scuola, che oltre agli indirizzi del Liceo Artistico e del Tecnico Grafico, contempla nella propria offerta formativa i corsi del Liceo delle Scienze Umane e del Liceo Economico Sociale, attivati nella sede di Largo Falcone e Borsellino.

Al momento, dal primo di settembre resterebbero senza dirigente titolare almeno 3 scuole cremasche: l’Istituto Comprensivo Crema Uno, dopo il trasferimento della preside Maria Cristina Rabbaglio all’IC di Bagnolo, l’Istituto Comprensivo “P. Sentati” di Castelleone, dopo il pensionamento della preside Wilma Stradiotti e l’Istituto Comprensivo “E. Calvi” di Rivolta d’Adda, con l’attuale dirigente Anna Lamberti, trasferita in una scuola milanese.

L’Ufficio Scolastico Regionale nelle prossime settimane, procederà per queste scuole ad individuare eventuali presidi reggenti o, in alternativa, a nominare nuovi dirigenti scolastici, attingendo alla graduatoria del concorso che si è svolto nel 2018.

i.g.

© Riproduzione riservata
Commenti