Scuole
Commenta

Rientro a scuola, dal 23 agosto nuovi
slot per vaccino degli studenti

Nell’ambito del progetto “Rientro a scuola in sicurezza” a partire dal 23 agosto, verranno aperti nuovi slot per gli adolescenti di età tra i 12 e i 19 anni, al fine della prenotazione della prima dose di vaccino. Per il progetto, voluto da Regione Lombardia, verrà utilizzato il vaccino Pfizer.

Per la prenotazione degli appuntamenti dedicati agli adolescenti tra i 12 e i 19 anni è possibile accedere alla piattaforma prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it scegliendo uno dei Centri Vaccinali delle province di Cremona e Mantova e scegliendo una delle due categorie per fascia d’età riportate dal portale stesso: cittadini 12 e i 17 anni oppure Over 18 (compresi i nati nel 2003).

Ai fini della somministrazione del vaccino, i cittadini nati nel 2009 devono avere 12 anni compiuti il giorno dell’appuntamento; è pertanto opportuno tenerne conto in fase di prenotazione. I minori di 18 anni devono presentarsi al Centro Vaccinale accompagnati da un genitore o tutore legale, muniti del Consenso Informato (scaricabile dal portale di Regione Lombardia al link https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/vaccinazionicovid).

“La vaccinazione Covid-19 per gli adolescenti rappresenta un vantaggio, non solo per i giovani ma anche per tutta la popolazione: oltre a ridurre significativamente il rischio di contrarre la malattia in forma grave, la vaccinazione consente infatti di limitare la trasmissione del virus tra adolescenti e adulti o anziani vulnerabili” evidenzia Ats ValPadana.

Il virus Sars-CoV-2 per mesi ha impedito ai ragazzi di vivere la scuola in presenza e tale situazione ha fortemente condizionato la qualità dei processi di apprendimento ed il diritto di istruzione e di salute dei nostri ragazzi. Un’ampia copertura vaccinale degli adolescenti permetterà di affrontare il nuovo anno scolastico in presenza, in condizioni di maggiore sicurezza e minore rischio di contagio in aula e nel contesto scolastico”.

Ats Val Padana conta anche sulla collaborazione dei Pediatri di famiglia e dei Medici di Medicina Generale affinché si rendano parte attiva nelle azioni di sensibilizzazione e nella promozione di tale strumento di prevenzione verso le famiglie dei minori e comunque verso i propri assistiti del target individuato.

Al riguardo, la Federazione Italiana dei Medici Pediatri (Fimp) ha realizzato un Decalogo dei Pediatri di Famiglia con le tante buone ragioni per le quali è utile vaccinare gli adolescenti contro il Covid-19; l’Ats della Val Padana, attraverso la promozione della vaccinazione anti Covid-19 per gli adolescenti e le azioni di sorveglianza sanitaria in ambito scolastico, si impegna con i Pediatri ed i Medici di Famiglia, le Asst, i Dirigenti Scolastici ed i Sindaci del territorio a tutelare la salute e la sicurezza dei nostri ragazzi.

© Riproduzione riservata
Commenti