Cronaca
Commenta

Afm aderisce alla campagna
contro la tampon-tax

Nelle farmacie comunali di Crema nuova, Ombriano, Pieranica, Casaletto Vaprio, Gallignano e Costa Sant’Abramo da oggi sarà abolita la tassa sugli assorbenti femminili

L’Azienda Farmaceutica Municipalizzata di Crema, facendo proprio un suggerimento dell’Amministrazione Comunale, ha deciso di aderire alla campagna “No tampon tax: il ciclo non è un lusso”. La campagna No tampon Tax, sarà attiva dal 19 luglio 2021 nelle sei farmacie gestite da AFM (Crema nuova, Ombriano, Pieranica, Casaletto Vaprio, Gallignano e Costa Sant’Abramo) e consiste nell’eliminazione dell’importo dell’Iva dal prezzo degli assorbenti femminili.

Dal punto di vista fiscale, gli assorbenti femminili sono considerati un bene di lusso e non un genere di prima necessità e pertanto sono tassati con l’aliquota iva ordinaria ovvero del 22%. AFM ha deciso, analogamente a quanto già fatto da molte altre farmacie comunali e dopo aver valutato l’impatto che tale operazione ha sul proprio bilancio aziendale, di applicare uno sconto pari all’importo dell’Iva su assorbenti, tamponi e coppette mestruali, accollandosi integralmente il costo dell’operazione.

“AFM, da sempre sensibile alle necessità dei cittadini, con questa iniziativa intende riaffermare la propria vocazione di servizio pubblico venendo ulteriormente incontro alle esigenze della cittadinanza femminile, cercando così di riequilibrare una parità fiscale di genere posto che le lamette da barba, al contrario degli assorbenti femminili, già godono di un’iva agevolata”, commentano da Afm.

Il Comune di Pandino ha già aderito all’iniziativa e, a Crema, il M5s ha depositato una mozione, mentre il gruppo di Azione ha sollecitato il mondo politico affinché l’impegno del senatore Matteo Richetti trovasse riscontro sui territori.

© Riproduzione riservata
Commenti