Sport
Commenta

Europeo, Hubner: "Grande
squadra. Sono ottimista"

“Vedo una nazionale con tanti giocatori, un gruppo bellissimo nel quale ciascuno fa la propria parte e si dà da fare”. E’ il commento di Dario Hubner, ex calciatore, cremasco d’adozione, ai successi conquistati dalla nazionale italiana di calcio all’Europeo.

Gli azzurri sono usciti vittoriosi ai rigori contro la Spagna, dopo una partita sofferta ferma sull’1-1. “I rigori sono emozionanti per chi li guarda. Chi li batte, invece, deve restare freddo, menefreghista. Bisogna andare sul dischetto e fare gol. Una responsabilità non da poco, che dopo 120 minuti di gioco pesa. E’ sempre un terno al lotto”.

Hubner – unico giocatore insieme a Igor Protti ad avere vinto la classifica dei cannonieri di Serie ASerie B e Serie C1 – ha notato una sostanziale differenza tra la nazionale del 2006 che ci ha portati sul tetto del mondo, e quella che si è fatta valere in questo campionato europeo: “Nel 2006 avevamo molti top player come Del Piero e Totti. Oggi vedo molti ragazzi giovani, che hanno voglia di vestire la maglia azzurra e danno valore al gruppo”.

L’ex calciatore guarderà la finale nella sua casa di Passarera: “Sarei felice di vedere un bel gol di Immobile che sta un po’ soffrendo. Ho notato che qualcuno gli ha riservato non poche critiche, ma è necessario ricordare che la punta è sempre un po’ sola”.

Un ultimo commento lo riserva per l’allenatore: “Mancini ha lavorato bene. E’ partito dalla mancata qualificazione al Mondiale di 2 anni fa e ha creato una specie di miracolo. Dobbiamo ringraziarlo”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti