Eventi
Commenta

Parco del Serio: i campi natura
a Casale, Crema e Ricengo

Successo per i primi appuntamenti con i campi natura del Parco del Serio, che si sono svolti presso la Cascina Valseriana, a Ricengo e presso la Casa di Camperia a Crema, dove il gruppo di bambini partecipanti, dai 7 ai 13 anni, è stato coinvolto in diverse iniziative. “In passato, le attività realizzate con i ragazzi ci avevano più volte indicato una mancanza di conoscenza diretta del territorio del Parco, ambienti, flora, fauna, storia. Partendo da queste considerazioni, il compito che il Parco si è posto, è stato quello di riallacciare il rapporto tra i bambini e l’ambiente attraverso l’acquisizione di conoscenza del paesaggio, pensato come il risultato dell’interazione uomo–natura, al fine di poter comprendere, apprezzare e valutare in maniera critica le azioni antropiche sul territorio” dice Ivan Bonfanti, responsabile del Settore Ecologia e Ambiente. Per fare questo sono state approfondite diverse aree, da quella umanistica a quella storica, senza dimenticare l’area scientifica.

Esperienza e conoscenza. Con i campi natura, l’approccio all’educazione ambientale per il Parco, parte proprio dall’esperienza che porta alla conoscenza: dalle attività che si svolgono sul campo, si prova a comprendere i fenomeni osservati attraverso la formulazione di ipotesi. Il punto di partenza in ogni campo natura è sempre lo stesso, la socializzazione: “Il primo giorno i bambini si dividono in piccoli gruppi, non per ragioni relative a qualche competizione, ma per conoscersi, provenendo da realtà diverse e per mettersi alla prova tutti insieme – aggiunge Ivan Bonfanti – poi dal giorno successivo, si propongono le varie attività: escursioni a piedi e laboratori didattici, allo scopo di favorire l’innesco nei bambini della base del metodo scientifico, che è l’osservazione”. Nel corso della settimana non mancano altre escursioni in bicicletta, l’orienteering, le attività teatrali partendo dalle storie inventate dai bambini.

Educatori. Molte le figure educative coinvolte dal Parco: oltre alle risorse interne, da Ivan Bonfanti, alla direttrice Laura Comandulli, Guardie Ecologiche Volontarie, educatori professionali e agronomi si alternano tra le varie sedi: nelle giornate organizzate a Crema, oltre ad Emanuele Cabini, attività teatrale con Elisa Mazza, della Compagnia Filodirame di Palazzolo sull’Oglio. Soddisfazione anche per il presidente Basilio Monaci, che ha portato il suo saluto a bambini e genitori: “Per il Parco sono settimane intense, il ringraziamento va a tutti coloro che a vario titolo collaborano con noi, ed alle famiglie che ci hanno scelto per queste belle attività con i bambini. A Crema è la prima volta presso la Casa di Camperia che, quando i lavori saranno ultimati, potrà diventare la location naturale per i campi natura di questo territorio”.

Le altre date. L’esperienza dei campi natura estivi, che il Parco del Serio propone grazie al contributo dell’Associazione Popolare Crema per il Territorio, proseguono: questa settimana presso il Museo dell’Acqua a Casale Cremasco, dal 28 giugno al 2 luglio, presso l’Orto Botanico “G. Lunghi” a Romano di Lombardia ed infine dal 5 al 9 luglio, presso l’Oasi Verde a Seriate.

© Riproduzione riservata
Commenti