Eventi
Commenta

“Dante21”: al San Domenico
mostre e performance del Munari

L’Istituto Munari protagonista oggi al San Domenico, per l’evento “Dante21: come l’uom s’etterna”, rassegna dedicata al settecentenario della morte del Sommo Poeta, organizzata dall’istituto diretto da Pierluigi Tadi. Gli allievi dei vari indirizzi della scuola, sia del Liceo Artistico di via Piacenza, che del Liceo delle Scienze Umane di Largo Falcone e Borsellino, con il supporto dei docenti sono riusciti ad offrire alla città diversi eventi artistici, nonostante le note difficoltà dovute alla pandemia. E i cremaschi hanno risposto, partecipando nel pomeriggio di oggi ai vari eventi aperti al pubblico, previa registrazione secondo le modalità indicate.

Conferenze. Si è cominciato questa mattina, con una serie di incontri: Dante profeta d’umanità, che ha visto quale relatore il prof. Angelo Lacchini e gli interventi del dirigente scolastico Pierluigi Tadi e, per la Fondazione Popolare Crema per il Territorio, Mauro Sottili. Poi le letture dialogate: Dante racconta Dante, a cura dei ragazzi di diverse classi, ed a seguire lo spettacolo teatrale #inferno, a cura dei ragazzi della 1E del Liceo Artistico.

Esposizioni Nel pomeriggio, oltre alle esposizioni, XXII XILO (mostra di xilografie dei ragazzi della 5D, con il commento e la realizzazione di alcuni ritratti danteschi dei ragazzi della 4E, 5D grafico, 4C figurativo), e Dante di carta (esposizione di modelli scenografici in carta, realizzati a mano con la tecnica del paper cut dai ragazzi di terza), spazio per la video art, con “A riveder le stelle”, curata dalla 3C e 4B. E poi in sala, replica delle letture dialogate e del musical Inferno2.0, curato dalle prime, per un ricco programma coordinato dal prof. di lettere, Stefano Mantovani.

Video art. Per quanto riguarda la video art o arte virtuale, gli studenti presenti nei chiostri del san Domenico raccontano di essersi ispirati alle opere di Bill Viola, il padre di questa forma artistica, reinterpretando 5 canti della Divina Commedia, tre dell’Inferno, ed uno per Purgatorio e Paradiso. Per le riprese dei video sono stati utilizzati spazi scolastici, ma anche quelli messi a disposizione dal San Domenico. Le riprese esterne sono state girate lungo il Serio. Il prossimo autunno vedremo il prodotto conclusivo che parteciperà ad un concorso nazionale.

Indirizzi coinvolti. “Abbiamo voluto concludere l’anno scolastico con questa manifestazione per ricordare i 700 anni dalla morte di Dante – dice la prof.ssa Sabrina Grossi – coinvolgendo tutti gli indirizzi della nostra scuola”. Ed in effetti, sono tante le discipline coinvolte, da quelle di indirizzo (arti figurative, plastiche, grafiche, multimediali, design, pittoriche), alla filosofia e alle scienze umane. Dalla prossima settimana tutti gli eventi di questa giornata, saranno visibili sul canale YouTube della scuola e sul sito. Per il video, che parteciperà al concorso in autunno, solo qualche minuto di trailer.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti