Cronaca
Commenta

Pandino: in farmacia abolita
l'Iva sugli assorbenti femminili

L’assessore Vanazzi

Tampon-tax eliminata, a Pandino. Nella farmacia comunale l’Iva (al 22%) sugli assorbenti femminili è stata abolita. L’idea l’ha avuta l’assessore all’urbanistica Francesco Vanazzi, che detiene anche la delega alla comunicazione.

“Ho scoperto che esiste un disegno di legge in Parlamento, totalmente inascoltato – spiega Vanazzi – E’ un momento critico per le famiglie, di profonda crisi e l’acquisto di questi beni di prima necessità è inevitabile”. L’assessore ha proposto l’idea alla Giunta, che ha approvato subito.

Dopo un passaggio con il presidente di Afm Bonetti e con la direttrice generale Valentina Paiardi, si è deciso di attuare la scontistica, il cui mancato introito inciderebbe solo per poche centinaia di euro sul bilancio mensile della farmacia, dove per altro si possono trovare altri prodotti per le donne e una consulenza gratuita per le più giovani.

“Apprezzo le azioni dimostrative a sostegno del mondo femminile, come le panchine e le scarpette rosse, ma trovo doveroso agire con gesti concreti, laddove possibile”.

L’abolizione dell’Iva sui tamponi femminili verrà attuata in via sperimentale sino alla fine dell’anno: “Speriamo che per allora il Parlamento riesca a legiferare in merito. Chissà che non siano proprio i piccoli centri a dare il buon esempio e fare la differenza”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti