Scuole
Commenta

Ecco il bosco del liceo:
educazione ambientale sul campo

Il cielo grigio di questa mattina poteva far pensare ad un nuovo rinvio, dopo quello della scorsa settimana, ed invece il sole ha dissipato i dubbi e nei pressi del Lascito Chiappa è stato inaugurato il Bosco del liceo, per la soddisfazione dei ragazzi della classe 4 A del Classico che ne hanno proposto la creazione nei mesi scorsi. Alla manifestazione non hanno fatto mancare la loro presenza, l’amministrazione comunale, con la sindaca Stefania Bonaldi e l’assessore Matteo Gramignoli, Fabio Donati in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Cremona, il Parco Regionale del Serio, con il presidente Basilio Monaci, la direttrice Laura Comandulli, il responsabile del settore ecologia e ambiente, Ivan Bonfanti ed in rappresentanza della Guardie Ecologiche Volontarie, Natale Pescali. A far da guida, il dirigente scolastico dell’Istituto Racchetti-da Vinci, Claudio Venturelli, che ha sostenuto fin da subito la proposta dei ragazzi, condivisa dai docenti, in particolare, Carlo Curci, Pierangelo Vailati, Lucia Valsecchi.

Cultura ambientale. La mattinata è stata ricca di attività, con partenza dalla colonia seriana della comitiva di ragazzi, oltre alla classe promotrice dell’idea, i rappresentanti delle classi che il prossimo anno proseguiranno il progetto, piantumando altre piante a ricordo del loro percorso liceale e gli altri studenti rappresentanti d’istituto. Tutti ben attrezzati, con pinze, sacchetti, guanti e l’occorrente per fare anche un’esperienza di cittadinanza attiva, raccogliendo i rifiuti che i soliti incivili continuano a lasciare ai bordi delle passeggiate lungo il fiume. A seguire un laboratorio, che ha visto impegnati i ragazzi guidati dal personale del Parco del Serio nella costruzione di alcune cassette nido, poi posizionate sugli alberi. Giunti all’area del Bosco del liceo, i saluti istituzionali, alla presenza della presidente al Consiglio d’Istituto e del rappresentante del Comitato genitori.

L’idea nelle prossime settimane è quella di continuare a coinvolgere i ragazzi nella cura dell’area, ma nel periodo di maggiore siccità, il personale del Parco dovrà occuparsi di bagnare le piante monitorandone l’attecchimento.

“Un bellissimo progetto in virtù del quale le classi quarte e quinte del Liceo Classico cureranno nel tempo la messa a dimora di piante ed arbusti in un’area demaniale, data in concessione trentennale al Parco del Serio, che con l’Istituto coordina questa bella iniziativa. L’augurio e l’auspicio – ha scritto Stefania Bonaldi sulla sua pagina Facebook – è che le ragazze e i ragazzi, grazie a queste belle ed importanti sollecitazioni crescano più consapevoli e rispettosi, rispetto alle nostre generazioni, sui temi ambientali e consci della necessità di un diverso rapporto con la natura, da padroni a custodi di ciò che ci circonda

i.g

© Riproduzione riservata
Commenti