Cronaca
Commenta

Un depuratore d’aria
per MagicaMusica

È stata ufficializzata oggi presso la Rie di Crema la donazione di un depuratore d’aria all’associazione MagicaMusica. Lombardi: “gesto prezioso: grazie”

“Un depuratore d’aria speciale per un’orchestra speciale”. Con queste parole, il titolare della Rie di Crema, Davide Cassani, ha ufficializzato la donazione di un sanificatore d’ambiente della ditta Lux di Seriate all’associazione Magicamusica. Presenti alla consegna, avvenuta presso la Rie di Crema (centro autorizzato Lux), oltre a Cassani e ad Andrea Fusar Bassini della Rie, anche il direttore d’orchestra Piero Lombardi con il musicista Vittorio Deste, il responsabile di centri autorizzati e assistenza della Lux Daniele Zanotti e l’assessore all’ambiente del Comune di Crema, Matteo Gramignoli.

Lo strumento donato dispone di una piastra di biossido di titanio e per questo trattiene le molecole di virus e polveri sottili. “È particolarmente indicato per spazi frequentati da un numero elevato di persone, nei quali è richiesto un elevato standard di sicurezza” ha spiegato Zanotti. “Speriamo possa essere utile a MagicaMusica per proseguire in serenità le diverse e preziose attività inclusive”. La segnalazione della realtà è stata fatta dalla stessa Rie: “Apprezziamo molto il lavoro che viene fatto per i ragazzi con disabilità dall’associazione, ecco perché abbiamo pensato al gruppo diretto da Lombardi” hanno commentato Cassani e Fusar Bassini.

Dal maestro sono giunti tanti ringraziamenti: “Grazie per la sensibilità dimostrata nei riguardi della nostra realtà. Abbiamo da poco ripreso le attività in presenza, questo strumento ci consentirà di proseguire con maggiore serenità: è prezioso ed assolutamente funzionale”. Per Matteo Gramignoli il gesto “assume un duplice valore, visto il periodo ancora complesso che stiamo attraversando. Sicuramente sarà utile per garantire la prosecuzione delle attività proposte da una realtà che ha subito un duro colpo, ma che dà sempre vita a proposte importanti per il benessere delle persone con disabilità. Essendo di Castelleone, questa associazione è considerata più cremonese che cremasca, anche se alcuni protagonisti sono del nostro territorio: faremo in modo di poterli ospitare presto”.

© Riproduzione riservata
Commenti