Scuole
Commenta

Racchetti. Venerdì su YouTube, la
Notte Nazionale del Liceo Classico

Rinviato causa maltempo a lunedì 31 maggio l’evento relativo al bosco didattico, inizialmente previsto per oggi, sempre attivo l’Istituto diretto da Claudio Venturelli, che venerdì 28 maggio, dalle 16 alle 20, aderisce alla settima edizione della Notte Nazionale del Liceo Classico. Il Racchetti-da Vinci, nonostante le condizioni di emergenza sanitaria che hanno pregiudicato la normale attività didattica, non ha voluto mancare all’appuntamento e farà parte dei 300 licei classici che in Italia partecipano all’iniziativa, nata da un’idea di Rocco Schembra, docente di latino e greco ad Acireale. La manifestazione si sta diffondendo ormai su tutto il territorio nazionale, impegnando gli studenti in svariate performance volte a sensibilizzare studenti, potenziali nuovi iscritti e tutta la cittadinanza, sulla ricchezza e poliedricità della cultura classica.

Realtà capovolta. Questa edizione riferisce la docente Sara Locatelli, che per il Liceo Classico del Racchetti-da Vinci si occupa della manifestazione, sarà accompagnata dalle note del brano inedito “La DAD”, del cantautore fiorentino Francesco Rainero. In una realtà, complicata dalla pandemia e capovolta, come descrive la locandina ideata dalla docente Valeria Sanfilippo, la tentazione di non fare la manifestazione che solitamente si svolgeva a gennaio è stata tanta. “Ma alla fine, forti del messaggio e degli insegnamenti di resilienza che proprio i nostri classici ci hanno insegnato e ci continuano a insegnare giorno dopo giorno, abbiamo deciso di esserci”, si sottolinea nel comunicato del Racchetti, che proprio in occasione dell’edizione del gennaio 2020 registrò un grande successo e una delle ultime occasioni di socialità spensierata, prima che il Covid travolgesse tutto e tutti.

Edizione social. Vista la situazione contingente, le modalità di svolgimento dell’evento saranno diverse rispetto alle due edizioni precedenti che si sono tenute al Racchetti: non ci sarà il pubblico in presenza, ma la trasmissione dell’evento sul canale YouTube della scuola, riducendone la durata. Resta identica però l’idea di fondo: il curricolo del classico, nonostante tutti gli attacchi subìti, è ancora pieno di vitalità ed è popolato da studenti motivati, ricchi di grandi talenti e con abilità e competenze che oltrepassano di gran lunga quelle richieste a scuola.

Il programma. Venerdì, chi si collegherà ai canali social del Racchetti potrà dialogare con i personaggi del mito, assistere a rappresentazioni teatrali, dibattiti, cortometraggi, e quant’altro la fantasia e la voglia di fare degli studenti e dei docenti ha saputo mettere in atto, perché il bello della Notte Nazionale non è solo nella Notte stessa, ma nei lunghi e laboriosi preparativi che la precedono, con gli studenti che si identificano nei locali in cui quotidianamente vivono, con le ansie e le aspettative di un cammino di studio, faticoso ma gratificante. Nei prossimi giorni il programma completo sarà disponibile sul sito internet della scuola, con un’apposita sezione dedicata all’evento.

i.g.

© Riproduzione riservata
Commenti