Cronaca
Commenta

Presidio davanti alla Procura per
il comitato "Verità e giustizia Rsa"

Il comitato “Verità e Giustizia per gli ospiti della Fondazione Benefattori Cremaschi”, ha organizzato per il 14 maggio un presidio davanti alla Procura di Cremona. L’iniziativa, che avrà luogo a partire dalle 10, è volta a sensibilizzare la cittadinanza – a circa un anno dell’apertura delle indagini – sulle morti avvenute nelle RSA della provincia, durante il periodo pandemico.

Il comitato torna a farsi sentire, o almeno ci riprova: “Dopo un anno, ancora nessuno ci ha ascoltati, nessuno ha chiesto la nostra testimonianza che crediamo possa essere fondamentale per l’inchiesta – spiega il referente Antonio Macrì – Dare voce a chi come noi ha subito lutti nelle strutture, è un valore aggiunto per stabilire la verità, riportando al centro dell’attenzione le persone, affinché non siano più ridotte a sterili numeri, perché 1214 decessi nelle Rsa della nostra provincia, hanno diritto alla giustizia”.

Tra aprile e marzo 2020, i morti sono stati 140 nelle sole strutture della Fbc. “La nascita spontanea di questo comitato, è stata necessaria, dopo aver letto dichiarazioni, da parte della Fondazione per come sia stata gestita l’emergenza Covid all’interno delle strutture. Dichiarazioni che contrastavano con le nostre conoscenze, testimonianze ed esperienze subite in quel periodo”.

“Abbiamo l’esigenza di comprendere ciò che non ha funzionato, capire i motivi dei troppi decessi, perché siamo i primi a pretendere chiarezza, per dare dignità al sacrificio dei nostri parenti”, conclude Macrì.

© Riproduzione riservata
Commenti