Cronaca
Commenta

Giornata dell'infermiere: "Oggi
la nostra è una voce unica"

Parole, musica, arte e, soprattutto, la consapevolezza di svolgere una professione al servizio degli altri. Si celebra oggi, 12 maggio, la Giornata internazionale dell’infermiere. Anche a Crema gli operatori dell’Asst hanno voluto richiamare l’attenzione della cittadinanza sull’importanza del loro lavoro.

Sul piazzale antistante la chiesa dell’ospedale Maggiore alcuni infermieri hanno raccontato la propria esperienza durante la pandemia, un momento duro per tutti, in particolare per le professioni mediche. “Oggi la nostra è una voce unica – ha esordito Annamaria Bona, direttore delle professioni e sociali – La pandemia non ha risparmiato gli infermieri sia come professionisti che come persone e cittadini, lasciando emergere i punti di forza ma anche le nostre fragilità, e le nostre debolezze sia come esseri umani ma anche, a volte, come professionisti. Ma da questa esperienza sono emerse qualità, competenze e capacità uniche ed inaspettate che, devono essere coltivate e valorizzate: resistenza, resilienza, flessibilità, capacità di studiare, di formarsi, di mettersi in discussione e anche capacità di gestire imprevisti e di trovare soluzioni
“nuove” a problemi non conosciuti”.

La pandemia è stata “un’occasione” che ha fatto nascere il desiderio di non fermarsi, lavorare, formarsi e di esserci nei contesti assistenziali e decisionali, per portare il proprio contributo ai “cambiamenti” e migliorare la cura e l’assistenza. “Vorrei quindi richiamare l’attenzione dei nostri cittadini, delle direzioni aziendali e regionali e delle forze politiche perché, in questo importante momento di cambiamento, ove si sta ridisegnando il modello organizzativo abbiano forte la consapevolezza su un punto: l’infermiere è un professionista formato, preparato e competente, capace lavorare in modo
sinergico, CON tutte le altre professioni sanitarie e sociali collaborando attivamente affinchè il proprio contributo possa fare la differenza nella costruzione di nuovi modelli organizzativi ed assistenziali, nella cura e nell’assistenza al cittadino. L’infermiere è quel professionista, unico nel panorama sanitario, capace e formato per identificare tutti i bisogni di tipo sanitario”.

ab

Annamaria Bona

© Riproduzione riservata
Commenti