Cronaca
Commenta

Scomparso nel 2004, la famiglia
di Pierino Paioli lancia appello

Di Pierino Paioli, scomparso da Soncino all’età di 46 anni, non si hanno più notizie dal 10 maggio del 2004. A 17 anni dalla scomparsa, alla trasmissione Rai “Chi l’ha visto?” si sono rivolti i fratelli di Pierino che di lui non hanno più saputo nulla.

Quel giorno di maggio Pierino era uscito alle 6 del mattino, come era solito fare, dalla sua casa di Cascina Selvina, ma aveva chiamato l’impresa per la quale lavorava, dicendo che non sarebbe andato a lavorare. Aveva poi chiamato alcuni amici e alle 7,30 era stato visto nei pressi dell’ufficio postale di via Galatino a Soncino. Verso le 8,30 aveva fatto rifornimento di carburante al distributore di via Milano e il gestore lo aveva visto dirigersi verso Crema. Intorno alle 10,30 il suo furgoncino era stato trovato proprio a ridosso del semaforo sul ponte sul fiume Adda al confine tra le province di Cremona, Brescia e Bergamo, in località Boccaserio di Montodine. Il veicolo bloccava il traffico. I pompieri sommozzatori avevano scandagliato l’Adda senza alcun risultato. Poco prima del ritrovamento del furgoncino, nei pressi della stazione di Crema, era stato rinvenuto uno dei due cellulari di Paioli.

“Purtroppo non abbiamo più saputo niente di lui”, hanno detto i fratelli dello scomparso, che hanno ricordato che nel 2009 era stato ritrovato il porto d’armi di Pierino in località Crotta D’Adda. “Poi più niente”.  

© Riproduzione riservata
Commenti