Cronaca
Commenta

Fondazione Benefattori: rette
e tariffe invariate per il 2021

Bianca Baruelli, presidente Fbc

Il CdA di Fondazione Benefattori Cremaschi onlus nella seduta del 23 marzo ha approvato il budget 2021 e, consapevole della difficile situazione economica di molte famiglie del territorio, nonché del grande supporto ricevuto dalla comunità cremasca e non solo, ha deliberato di non variare le rette e le tariffe dei propri servizi per tutto il 2021.

“Inutile nascondersi che la situazione economica, resa critica dalla pandemia, ha effetti diretti anche sul nostro territorio – spiegano dalla Fondazione – A livello nazionale il PIL ha subito una drastica flessione, così come la produzione industriale. Il settore del commercio e della ristorazione, a causa delle chiusure, è in grave difficoltà e molte sono le situazioni, in tutti i settori economici, dove le persone si sono trovate a fare i conti con la cassa integrazione o, peggio, con la perdita del posto del lavoro”.

Anche per Fondazione Benefattori Cremaschi onlus – a causa della chiusura degli ingressi per lungo tempo in RSA, della chiusura totale di alcuni servizi come il Centro Diurno Integrato, delle maggiori spese per Dispositivi di Sicurezza Individuale e procedure di sanificazione straordinaria, ecc. – il quadro economico è apparso critico, soprattutto in relazione alla non completa definizione del ristoro economico che sarà determinato da Regione Lombardia in una prossima fase.

Nonostante questa situazione il CdA, nella seduta dello scorso 23 marzo, ha deliberato in modo unanime di non ritoccare nessuna tariffa, tra cui anche le rette della RSA. “Non vogliamo gravare ulteriormente sulle famiglie visto il contesto economico generale – ha dichiarato Bianca Baruelli, presidente di FBC – Inoltre, questa decisione rappresenta per tutti i
Consiglieri un modo concreto e tangibile per ringraziare la comunità di tutto ciò che da sempre dimostra sostenendo la nostra missione. Lo scorso anno, in particolare, abbiamo sentito la grande vicinanza del territorio che ci ha permesso di aumentare fortemente il nostro sforzo verso la cura degli anziani e delle persone fragili”.

Lo sforzo economico rappresentato da questa decisione vuole essere anche un forte segnale di apertura ottimistica al futuro della nostra comunità e della cura che dobbiamo ad anziani e soggetti fragili. La Fondazione non dimentica però neppure i cosiddetti caregivers, ovvero tutte quelle persone che, all’interno delle loro case, si prendono quotidianamente cura di un proprio caro. Un lavoro prezioso ma estenuante, che può trovare sollievo nell’intervento domiciliare offerto dai nostri operatori.

“Infine, sempre nella logica di restituire tutto l’affetto e la vicinanza che abbiamo ricevuto, Fondazione Benefattori Cremaschi onlus ha stretto una partnership con Caritas Diocesana per offrire visite geriatriche e fisiatriche gratuite agli anziani soli e in difficoltà che abitano i nostri quartieri”.

© Riproduzione riservata
Commenti