Cronaca
Commenta

Gel igienizzante: l'esperienza degli
studenti del Racchetti-Da Vinci

Portare all’interno delle scuole l’esperienza del mondo produttivo, con il laboratorio normalmente usato per le attività didattiche, che riproduce per qualche ora quello di un’azienda. All’Istituto Racchetti-da Vinci, completata nei giorni scorsi l’attività propedeutica alla creazione del bosco d’istituto, che entro fine maggio sarà inaugurato nei pressi del Meandro verde, ecco un’altra iniziativa che arricchisce il ventaglio di proposte offerto agli studenti: una lezione operativa, diversa dalle solite per gli alunni delle classi terze. Gli studenti, grazie all’intervento della GMK Detergenti di Cavenago d’Adda, hanno realizzato gel igienizzanti, particolarmente utili in questo periodo.

In laboratorio. “Dopo le esperienze nel lodigiano abbiamo deciso di proporre questo tipo di lezioni anche a Crema, partendo dal Racchetti-da Vinci per poi proseguire in altre scuole”, dice Franco Anelli, titolare della GMK, azienda lodigiana, ma con una componente cremasca, specializzata nella produzione di detergenti. Sotto lo sguardo attento del dirigente scolastico Claudio Venturelli, al Racchetti-da Vinci gli studenti hanno partecipato con interesse alla lezione che si è svolta nel laboratorio di chimica, nel corso della quale hanno avuto modo di vedere come si realizza un gel igienizzante, con un docente che fa questo di mestiere: Enrico Angeli, chimico e responsabile scientifico della GMK.

Biomedica. La lezione di questo pomeriggio si inserisce in un più ampio progetto della scuola, “biologia con curvatura biomedica” ci dice Paola Rebessi, docente di scienze del Racchetti-da Vinci, che ha curato il progetto assieme alle colleghe Anna Tedoldi ed Elena Parolari, con la collaborazione di altre due docenti, Patrizia Boschetti per gli approfondimenti in lingua inglese e Simona Della Torre per greco e latino. “I ragazzi volontariamente hanno deciso di aderire a questa proposta, che prevedeva circa 50 ore di attività pomeridiana presso il laboratorio di chimica, con ulteriori approfondimenti di istologia, microbiologia, conferenze con esperti esterni su diversi temi, quali ad esempio le cellule staminali, per la rigenerazione dei tessuti”.

Stage estivi. La GMK ha iniziato la sua attività dieci anni fa, occupandosi di confezionamento di detergenti cosmetici e liquidi per sigarette elettroniche, ampliando successivamente il campo d’azione con la produzione di detergenti e liquidi e-cig, facendosi trovare pronta in pieno lockdown, per allargare la produzione di igienizzanti, fondamentali quali elementi di prevenzione della diffusione del contagio da covid19. Il cremasco Luca Barbaglio è il responsabile marketing, conosciuto nel territorio per una precedente attività come titolare di un noto locale, ora si occupa della promozione di un altro tipo di alcol, dice scherzando con gli studenti, i quali, pur impegnati in mattinata ancora con le lezioni a distanza, volontariamente hanno partecipato in presenza nel pomeriggio, all’esperienza in laboratorio. Non è esclusa la possibilità per qualcuno di loro, di poter partecipare nei prossimi mesi a periodi di stage aziendale presso la GMK, che si è resa già disponibile.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti