Sport
Commenta

Pergo-Giana, festa salvezza? Tutto
passa (anche) dalla Pistoiese

Un'immagine della partita di andata

Può essere, anzi per certi versi deve essere, per evitare di rischiare troppo, il giorno della salvezza. La Pergolettese domenica al “Voltini” alle ore 15 prova ad uscire dal tunnel di tre ko di fila, peraltro tutti senza gol segnati, sapendo che con un successo ai danni della Giana Erminio potrebbe festeggiare la permanenza in serie C senza bisogno di appendici e di ulteriori attese.

Sarebbe il secondo obiettivo centrato di fila, dopo i patemi dell’anno scorso passati dal Covid e dai playout. Servono 3 punti: se la Pergolettese li centra, è a posto, viceversa può sperare che la Pistoiese perda in casa col Grosseto nel derby toscano (in programma sempre domenica alle ore 15), con gli ospiti ancora a caccia dei playoff. La regola d’oro con la quale seguire questa penultima giornata del girone A è la seguente: la Pistoiese deve fare gli stessi punti della Pergolettese perché i gialloblu si possano sentire al sicuro matematicamente. Se infatti la squadra di Albertini resta all’attuale +12 con una sola gara da giocare, ecco che automaticamente la Pistoiese non potrebbe più portarsi a -8, quota minima per poter disputare i playout.

Venendo alla partita del “Voltini”, la Giana proverà a ripetere l’exploit dell’andata quando vinse 2-0 in casa con reti di Perna e Palazzolo, anche perché il team di Gorgonzola, 3 punti dietro alla Pergolettese, ha maggiore fame e necessità di punti, pur essendo comunque vicina a compiere la sua missione. La Giana, ripescata a inizio campionato, viene da sei risultati utili di fila, con 3 vittorie e 3 pareggi, e ha perso l’ultima volta a Pontedera alla 30esima giornata. Proprio Perna e Palazzolo, decisivi all’andata, sono i due bomber della squadra, che segna pochino ma ha imparato a capitalizzare i miglioramenti in fase difensiva.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti