Scuole
Commenta

Racchetti-da Vinci: venerdì
la giornata della scienza

Oggi dopo circa un mese di didattica a distanza, anche per alcune classi del Liceo Racchetti – da Vinci si riaprono le porte delle aule, e quasi come segno di festeggiamento per la ripresa delle lezioni, gli studenti potranno condividere meglio l’evento in programma venerdì, cui da settimane stanno lavorando le docenti di matematica e fisica della scuola, Camilla Cervi ed Elena Ferrari: si tratta della “Giornata della Scienza”, programmata per il 16 aprile, che il Racchetti-da Vinci dedica interamente ai temi scientifici, con la possibilità per i ragazzi di interagire con diversi scienziati. Un’iniziativa sostenuta dal dirigente scolastico Claudio Venturelli, che si distribuisce per tutta la giornata, prevedendo una serie di incontri online con ricercatori dei maggiori centri di ricerca italiani ed europei (CERN, ESA, CNR, IFOM), docenti universitari, divulgatori scientifici.

Evento serale. A conclusione della giornata, in collaborazione con l’associazione di divulgazione scientifica Ipàzia (che vede tra le fondatrici, le due docenti sopra citate oltre alla collega Rosalba Zappia, da poco in pensione), si terrà sempre online a partire dalle 21, Serata al CERN, conferenza alla quale potranno partecipare anche i genitori e la cittadinanza, durante la quale sarà dedicato ampio spazio ad un collegamento con il CMS (Compact Muon Solenoid), uno dei due grandi rivelatori di particelle costruiti lungo l’anello dell’LHC, il grande acceleratore del CERN, al confine tra Svizzera e Francia. Prevista la partecipazione di Antonella Del Rosso, fisica del team di comunicazione del CERN e la ricercatrice Sonia Di Natale. Per chi volesse partecipare all’evento serale basta registrarsi alla pagina dedicata (https://indico.cern.ch/event/1026302/registrations/). Ulteriori informazioni relative all’intero programma della giornata si possono trovare sul sito della scuola, alla pagina https://www.racchettidavinci.edu.it/redattore/giornata-della-scienza

La Giornata. La programmazione della Giornata della Scienza al Racchetti–da Vinci, risale al 2018, a seguito della volontà degli studenti del liceo scientifico, riprendendo quanto veniva fatto la sera dall’Associazione Ipàzia – dicono Camilla Cervi ed Elena Ferrari – e l’evento è stato riproposto nel 2019, con gli stessi studenti impegnati a tenere conferenze, oltre al coinvolgimento di ospiti esterni”. Lo scorso anno, la pandemia ha travolto l’organizzazione della Giornata, che poi non è stata possibile svolgere. Quest’anno non potendo programmare eventi in presenza si è deciso per questa formula, che vede la partecipazione di numerosi relatori che intratterranno gli studenti dei tre licei che compongono la scuola, su temi di ricerca contemporanea.

“La scienza è di tutti”. Tra i temi delle diverse conferenze, si va dallo stato della ricerca contemporanea, all’attività del Cern di Gineva, e alle ricadute sulla società dei suoi progetti di ricerca. Ma si parlerà anche di ricerca in Antartide e della presentazione dei progetti dell’Agenzia Spaziale Europea (Esa). “Ci sono anche altri interventi, tra filosofia e fisica – aggiungono le due docenti organizzatrici – approfondimenti su reti neurali e loro utilizzo, una lezione sulla biologia delle cellule cancerogene e tanto altro. La scienza non è settoriale, ma coinvolge tutti, come il motto della giornata #lascienzaèditutti”.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti