Lettere
Commenta

Vocazione capo-comprensiorale
di Crema è quasi inesistente

da Giovanni De Grazia - coordinatore circolo FdI Crema

Finalmente anche il sindaco Bonaldi e il PD si sono resi conto che “la vocazione capo-comprensiorale” di Crema è quasi inesistente, senza però chiedersi il perché, forse per non dichiarare apertamente la propria incapacità politica e gestionale nell’assumere questo ruolo! Un esempio su tutti : nessun coinvolgimento di Crema e del cremasco sul PIANO AMBIENTALE varato dal comune di Cremona. Ma non dobbiamo preoccuparci il sindaco ha precisato che incontrerà il sindaco di Cremona e i vertici di Lgh chiedendo (cito testualmente) ” la puntuale illustrazione del Piano agli amministratori cremaschi per capire quali progettualità possano emergere anche per il nostro territorio”.

Sempre in merito a Lgh il sindaco Bonaldi ha spiegato “siamo in attesa della proposta di fusione da parte di A2A,che dovrebbe arrivare ai primi di marzo”. Siamo in attesa? Ormai è stato tutto deciso e Crema è in attesa? E in tutto ciò si innesta la totale assenza da parte del presidente di Area Omogenea Aldo Casorati su argomenti vitali per il futuro del Cremasco. La cosidetta Area Omogenea è ormai disgregata e Casorati dovrebbe prendere atto di aver fallito la sua  ” mission” e rassegnare le proprie dimissioni. Questo può essere l’unico modo concreto e reale per verificare se esistono le condizioni per il  rilancio della stessa Area con obbiettivi comuni e condivisibili al servizio del nostro territorio. Fortunatamente esistono  sindaci seri, preparati in grado di affrontare le problematiche  “pesanti”dei prossimi anni, senza avere la visione miope,di parte, che contraddistingue molti dei sindaci espressione del PD.

© Riproduzione riservata
Commenti