Ultim'ora
Commenta

Capodanno: in streaming il
concerto del Rotary con la
Federazione Campanari

Un concerto straordinario per un Capodanno straordinario. Lo regaleranno alla città il Rotary Club Crema e la Federazione Campanari ambrosiani in collaborazione con il Capitolo della Cattedrale di Crema, dalla cui unità d’intenti scaturirà un evento inedito. L’iniziativa, che s’intitola “Due campanili per Capodanno”, andrà in scena a mezzogiorno del 1 gennaio, e – come recita il sottotitolo -, sarà per tutti i cremaschi un omaggio “dal cuore della città nel cuore del lockdown”. L’avvocato Marcello Palmieri, socio del Rotary Club Crema e prefetto distrettuale del sodalizio (dunque responsabile degli eventi sociali per i territori di Cremona, Mantova, Brescia, Lodi, Piacenza, Pavia e sud Milano), salirà sul campanile del Duomo con il suo “Baghèt”, la cornamusa di tradizione lombarda. Contemporaneamente, Davide Mazzini e Stefano Denti Tarzia della Federazione Campanari Ambrosiani ascenderanno alla cella campanaria della dirimpettaia chiesa di San Bernardino – auditorium Bruno Manenti. Alle 11.55, sulla pagina Facebook delle due associazioni organizzatrici partirà la diretta dell’evento condotta da Alessandra Mazzeo.  Giusto il tempo di presentare l’iniziativa, e alle 12 in punto sarà possibile vedere da vicino – grazie al collegamento online – le sei campane del Duomo che prima intoneranno l’antico carillon “Don, me so’l dòm”, e subito dopo si metteranno tutte in movimento per scandire con il loro concerto solenne automatizzato il mezzogiorno della festività. Terminata la scampanata, inizierà l’evento vero e proprio. Palmieri, dal loggiato della torre della Cattedrale (o, in caso di maltempo, dalla cella campanaria), eseguirà con la cornamusa lombarda alcune pastorali natalizie, tanto care alla tradizione popolare. Ma non solo. Tra un brano e l’altro, dalla torre di San Bernardino gli risponderanno le “Allegrezze” – ovvero il tipico suono delle campane a festa – fatte rintoccare a mano da Mazzini e Denti Tarzia, anche loro custodi di una tradizione dei tempi che furono. Ma quale sarà la migliore modalità per prendere parte a questa iniziativa? Aprendo la propria finestra di casa, oppure uscendo sul balcone, chi abita in centro storico potrà ascoltare il suono del “Baghèt” (reso particolarmente dolce e soffuso dalla distanza), così come le campane di san Bernardino. Chiunque, però, collegandosi alle pagine Facebook del Rotary Club Crema e della Federazione Campanari Ambrosiani, potrà non solo vedere da vicino gli esecutori, ma anche ascoltare – prima di ogni brano – le presentazioni curate da Mazzeo. In ogni caso, le norme vigenti non permettono di uscire appositamente dalle proprie abitazioni. Ma attenzione: “L’evento – precisano gli organizzatori -, ha anche una chiara dimensione religiosa. A Capodanno, infatti, la Chiesa celebra la solennità di Maria madre di Dio, e il suono delle campane a festa – per l’occasione arricchito dalle melodie natalizie del “Baghèt” – è una tradizione che da sempre accompagna questo giorno.

© Riproduzione riservata
Commenti