Ultim'ora
Commenta

Banda larga a Vergonzana:
chiesto aiuto al sindaco,
ma nessuna risposta

Lettera scritta da Giovanni De Grazia coordinatore circolo FdI Crema

Il rapporto con i cittadini sembra non essere più nelle priorità del sindaco Bonaldi e della sua giunta. Infatti nel mese di ottobre gli abitanti della frazione di Vergonzana avevano organizzato una raccolta firme per segnalare ” la carenza di linee di connessione per lo smart working e per gli studenti, in quanto la frazione di Vergonzana non è servita da alcun servizio Internet e i collegamenti telefonici sono INSUFFICIENTI a sostenere qualsiasi tipo di servizio, avendo la linea ormai più di 50 anni”. I sottoscrittori della raccolta firme facevano “richiesta formale affinché in tempi ragionevolmente brevi la frazione venga dotata di rete di connessione a banda larga e/o fibra ottica, per uniformarsi alla realtà di un servizio che non solo rappresenta un modo attuale, corretto e coerente del vivere civile e sociale, ma anche la risposta alle reiterate esigenze della collettività medesima”.

La richiesta è stata protocollata in data 30 ottobre 2020 prot. n. 45357 dal sottoscritto in quanto residente a Vergonzana. Ad oggi non è stato dato alcun riscontro e questo risulta essere francamente IMBARAZZANTE. Siamo coscienti che l’amministrazione non ha la possibilità di risolvere, almeno formalmente, questo importante problema ma forse una risposta era doverosa e sicuramente gradita. Speriamo che la dottoressa Bonaldi, fra gli importanti impegni che giornalmente la assillano, possa trovare il tempo eventualmente per delegare qualche suo assessore ad una qualsivoglia risposta.

Sarebbe sicuramente un segno di attenzione concreta verso i propri cittadini.

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti