Cronaca
Commenta

Un voto alla Madonna 'protegge' Fiesco dal coronavirus

(foto diocesidicremona.it)

Ogni sera, alle 19.30, a Fiesco si recita il ‘Salve Regina’ e presto alla statua della Madonna e del bambin Gesù verranno aggiunte due corone, frutto delle donazioni dei cittadini. Si tratta di un voto alla Madonna contro il coronavirus, chiesto dal parroco del paese don Marino Dalè in una domenica di marzo, in piena prima ondata dell’emergenza sanitaria. E i dati sanitari sono sorprendenti: sui circa 1.200 fieschesi, sono stati registrati 38 casi positivi totali da inizio pandemia ed un solo decesso. “Una persona che aveva altre patologie pregresse”, spiega il sindaco Giuseppe Piacentini, anche lui toccato dal virus in forma lieve, come gli altri compaesani ad essere stati contagiati.

Un dato ancora più significativo se paragonato a quelli di Castelleone e Trigolo, centri vicini decisamente più colpiti dal Covid. “Per ora – dice Piacentini – siamo stati fortunati, ma i cittadini hanno risposto bene all’appello del parroco”. “L’idea – spiega don Marino – è stata quella di affidarsi alla Madonna della Misercordia in questo periodo di Covid, come già avvenuto nei secoli passati im situazioni simili. Naturalmente con il rispetto delle prescrizioni come indossare i presidi sanitari”.

Mercoledì 23 dicembre saranno consegnate le corone da destinare alle statue ospitate nella chiesa parrocchiale di San Procopio. Corone risultato, come detto, dalla fusione delle donazioni dei fieschesi: gioielli, ma anche oro, argento e persino una fede. Per il momento verranno custodite al sicuro, in attesa di esporle più avanti, quando sarà possibile una celebrazione senza restrizioni, magari con anche la presenza del Vescovo di Cremona Antonio Napolioni.

© Riproduzione riservata
Commenti