Lettere
Commenta

Auguro che la speranza
non venga meno e che
l'esperienza non vada persa

da Antonio Grassi - Sindaco di Casale Cremasco-Vidolasco

Care concittadine. E cari concittadini,

in questo periodo di lutti, dolore, disagio, difficoltà gli unici auguri possibili e che mi sento di fare sono di un Buon Natale e di un Buon anno usciti dal cuore.

Buon Natale e Buon anno intesi come auspicio di un nuovo inizio che lasci alle spalle mesi orribili, ma soprattutto apra le porte per una rinascita senza però dimenticare quanto è accaduto.

Auguro a tutti che la speranza non venga meno.

Auguro che la determinazione dimostrata nell’affrontare il virus prosegua con la medesima tenacia di questi mesi.

Auguro che i morti per il covid-19 non siano dimenticati.

Auguro che l’esperienza maturata in questo periodo atroce non venga dispersa, ma divenga memento, utile per evitare gli errori commessi.

Auguro che si ritorni ad una normalità diversa dalla precedente. Una normalità più attenta ai bisogni della gente, con l’assistenza sanitaria più legata al territorio e con il diritto alla salute che sia realmente uguale per tutti, senza pazienti di serie A e di serie B.

Colgo l’occasione per ringraziarvi della vostra collaborazione durante il calvario di questi mesi. Un grazie per la responsabilità che avete dimostrato con i fatti e non con le parole.

Grazie per la pazienza impiegata per seguire i comportamenti imposti da Governo e Regione, ma anche dall’amministrazione comunale.

Grazie per averci aiutato con la vostra comprensione quando alcune scelte vi sono apparse eccessive. Ve ne sono grato e riconoscente.

È stato un anno tremendo per tutti, anche per l’amministrazione comunale, impegnata ad affrontare un’emergenza resa ancora più difficile dalla burocrazia spesso confusa e farraginosa, eccessiva – direi bulimica – per numero di decreti, ordinanze e circolari.

Se questo è vero, mi sia permesso sottolineare con orgoglio che nessun assessore e nessun consigliere ha mai negato il proprio aiuto per attuare al meglio le decisioni prese. Li ringrazio.

Ma ringrazio anche la struttura comunale nel suo complesso che sempre ha risposto alle richieste dell’amministrazione, anche quando venivano sollecitati interventi non previsti dal ruolo ricoperto.

Chiudo con il ricordo di una fotografia che, più di altre, racconta quest’anno infausto: è l’immagine che ritrae assessori, consiglieri e cittadini nel magazzino comunale, trasformato in laboratorio, mentre confezionano il disinfettante da distribuire, insieme alle mascherine, a tutte le famiglie di Casale e Vidolasco. Distribuzione che loro stessi hanno poi effettuato.

In questa fotografia c’è la sintesi di un anno: la tragicità dell’emergenza, l’ansia di agire, la ferrea volontà di vincere la battaglia contro il virus, la solidarietà di tutti i cittadini e la vicinanza dell’amministrazione comunale alla nostra comunità.

Buona Natale e Buon anno.

Con affetto.

© Riproduzione riservata
Commenti