Ultim'ora
Commenta

Pergolettese, Novara
squadra insidiosa, ma non
vince dalla 6^ giornata

Si riparte da Carrara, dal successo inatteso ma che ha stoppato l’emorragia di punti con 4 ko di fila, e rilanciato le quotazioni di una Pergolettese tornata fuori dalla zona rossa in un turno che ha ricacciato indietro il Livorno e tenuto sotto quota anche la Giana Erminio e l’Olbia. Domani, domenica 13 dicembre, alle ore 15.00 al Voltini i gialloblù sfidano il Novara, formazione che ha sofferto parecchio in questo avvio di campionato, a dispetto del nome e della storia recente dei piemontesi.

Il Novara, infatti, ha appena 17 punti, il che la pone a portata sorpasso della Pergolettese (due punti indietro). Si tratta, però, di una formazione teoricamente più insidiosa della Carrarese, per un motivo particolare: il Novara è squadra abbastanza equilibrata, come provano i 5 pareggi su 14 gare giocate (secondo posto per i piemontesi in questa speciale classifica dopo l’Olbia), e meno sottoposta a distrazioni, che invece ogni tanto colpiscono la Carrarese (più tecnica e attrezzata), come si è visto domenica scorsa.

Per mister Michele Marcolini, sin qui, 18 gol fatti e 19 subiti, ma un andamento a singhiozzo nell’ultimo periodo: il Novara, infatti, non vince dalla sesta giornata, quando espugnò Livorno, e nelle ultime otto partite ha ottenuto tutti i suoi 5 pareggi, oltre a 3 sconfitte. Nelle ultime tre sfide, contro Piacenza, Albinoleffe e Grosseto, decisamente non tre big, sono arrivati altrettanti segni ‘x’. Buzzegoli, stoccatore da fuori area che a Cremona ben si ricorda negli anni di Varese, è l’anima e il bomber di una squadra che davanti sta però faticando parecchio a trovare un finalizzatore.

Giovanni Gardani

© Riproduzione riservata
Commenti