Ultim'ora
Commenta

Dpcm, il sindaco Bonaldi:
'In linea con le regole
sin qui adottate'

Misure “in linea con le anticipazioni e le regole sin qui adottate”. Questo il commento del sindaco di Crema Stefania Bonaldi sul nuovo Dpcm, in vigore dal 4 dicembre.

“Ci sono richiesti altri sforzi ma, ora che sappiamo che il virus è subdolo e può tornare più forte di prima, basti vedere la curva drammatica delle mortalità, non possiamo commettere i medesimi errori in cui siamo caduti durante l’estate e a ferragosto – prosegue il sindaco – D’altro canto credo sia sotto gli occhi di tutti che il semi lockdown preacritto per la ‘zona rossa’ nelle scorse settimane abbia sortito effetto, riducendo fortunatamente in modo significativo il numero dei contagi”.

Nelle giornate del 25 e 26 dicembre e 1° gennaio “non si andrà ovviamente a briglia sciolta” la Polizia Locale di Crema si coordinerà con le altre Forze dell’Ordine sotto l’egida della Questura, come da indicazioni date dal Prefetto in queste ore al fine di far rispettare le norme vigenti.

Il Dpcm in sintesi:

  • Dal 21 dicembre al 6 gennaio divieto di circolare tra regioni, tranne che per motivi di urgenza, necessità, lavoro o salute. Divieto di raggiungimento delle seconde case.
  • Divieto di uscire dai propri Comuni il 25, 26 dicembre e il primo gennaio.
  • Su tutto il territorio nazionale divieto di spostarsi fuori dal Comune dalle 22 alle 5. Il 31 dicembre il divieto è esteso dalle 22 alle 7 del mattino dopo.
  • È possibile il rientro presso la residenza o domicilio.
  • Chi va all’estero tra il 21.12 e l’1.01 al rientro dovrà sottoporsi alla quarantena.
  • Dal 7 gennaio riprende la didattica in presenza per il 75% degli studenti.
  • I bar e ristoranti restano aperti a pranzo nelle aree gialle, con solo asporto e domicilio per la cena e solo asporto e domicilio per pranzo e cena in zone arancioni e rosse.
  • Sono fortemente raccomandati pranzi o cene solo con conviventi durante le festività.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti