Ultim'ora
Commenta

Recupero ex Misericordia: Fbc
e Csc partecipano insieme al
bando Emblematici di Cariplo

4 milioni di euro. Tanto vale il progetto “Di corte in corte” che la Fondazione Benefattori Cremaschi, con Comunità Sociale Cremasca, presenterà al bando Emblematici Maggiori di Cariplo. Si tratta, in estrema sitensi, di far rivivere i grandi spazi della Ex Misericordia, acquisita da Fbc nel 2004.

Non è una novità che proprio lì la Fondazione da tempo sta pensando di inserire il centro per le demenze, in particolare per l’alzheimer. E’ fresca di giornata, invece, la partecipazione di Comunità Sociale, azienda che gestisce per mandato dei sindaci, il comparto sociale dei Comuni del Cremasco.

Un’accoppiata che rende questo progetto certo ambizioso – e non solo per la cifra che richiede -. Si tratta infatti di realizzare uno spazio di accoglienza sia per gli anziani che per i minori decretati, ovvero quelli che necessitano di essere momentaneamente allontanati dalla famiglia dietro decisione del giudice.

L’idea progettuale si sviluppa dunque attorno al tema dell’intergenerazionalità: si ritiene, infatti, di fondamentale importanza mettere in atto programmi che permettano a giovani ed anziani di confrontarsi, dialogare, conoscersi anche al di fuori dei legami di parentela per ricucire lo strappo tra le generazioni che non prende necessariamente la forma del conflitto ma più spesso quella, più inquietante, dell’indifferenza.

“Realizzare un progetto che veda la vicinanza tra due categorie di soggetti fragili apparentemente molto diverse tra loro è decisamente una novità. Costruire comunità educanti dentro i territori, collegando i soggetti, costruendo un’infrastruttura territoriale per ora solo sociale, potrà rappresentare se non il nuovo volto delle risposte alla fragilità almeno la possibilità di immaginare risposte diverse”, ha spiegato la dott.ssa Baruelli, presidente Fbc, durante la presentazione del progetto ai sindaci del Cremasco.

Parole alle quali hanno fatto eco quelle della presidente di Csc Angela Beretta: “Per noi questa è un’opportunità straordinaria. Il centro residenziale per minori è vicino al già esistente centro diurno e alla nostra sede. Questo ci permetterebbe di seguire ancora meglio i ragazzi, senza che vengano allontanti dal territorio e dalle loro relazioni positive”.

Se il progetto dovesse incontrare il finanziamento di Cariplo, al termine dei lavori sarebbero attivati diversi servizi: Sportello Anziani, Centro Diurno Integrato Alzheimer con Accoglienza Notturna, Ambulatorio Geriatrico, Centro Sociale Anziani (CSA), Servizio di Accoglienza Residenziale Minori, Centro Studi per i Disturbi Cognitivi e le Demenze.

La presidente Baruelli, in seguito alla palesata perplessità di uno dei sindaci presenti in assemblea, ha assicurato che “il progetto ha tutte le coperture necessarie. Oltre al milione che arriverebbe da Cariplo, la Fbc attiverebbe delle piccole raccolte fondi. A questo si aggiungerebbe il contributo di Csc e del Comune di Crema. Inoltre – ha proseguito – sono già in possesso della delibera di un istituto bancario pronto ad accendere il finanziamento se dovessimo vincere il bando”.

“Vi chiedo di osare – ha concluso la presidente – e di appoggiare pubblicamente questo progetto”.

Ambra Bellandi

LA presidente di CsC Angela Beretta

Il logo del progetto

© Riproduzione riservata
Commenti