Cronaca
Commenta

Suicida nella ex Ferriera, la vittima morta dissanguata dopo essersi accoltellata

Le foto della sera del ritrovamento

Si tratta di un suicidio, quello che ha portato alla morte la 60enne bresciana trovata senza vita il 4 agosto scorso nell’area industriale abbandonata della ex Ferriera. Sulla base di quanto emerso dall’esame autoptico, la donna è morta dissanguata dopo essersi inflitta con un coltello delle ferite non mortali all’altezza del cuore. Confermata dunque la pista del suicidio subito seguita agli agenti del Commissariato e della squadra Mobile. Il corpo della 60enne, senza fissa dimora, era stato trovata da un altro senza tetto che aveva lanciato l’allarme. Inizialmente si era pensato ad un malore, ma poi, all’arrivo dei soccorsi, era spuntato vicino al corpo quel coltello insanguinato che aveva fatto sorgere il dubbio che la donna potesse essere stata vittima di un omicidio. Invece le indagini e le verifiche effettuate sul posto e soprattutto i risultati dell’autopsia hanno svelato definitivamente il giallo, confermando il gesto estremo. Sull’arma sono state trovate solo le impronte della vittima.

© Riproduzione riservata
Commenti