Ultim'ora
Commenta

SOB racconta 'Wonderland
Experiment', la nuova mostra
in programma allo Zanzibar

SOB e Irene Baselli

3 giorni di eventi, 8 musicisti per 3 concerti fra musica e circo e acrobatica, 7 artisti di circo contemporaneo, 4 percorsi guidati con l’artista, 4 laboratori per adulti e bambini, 2 cene tra arte e natura: sono questi tutti i numeri di Wonderland Experiment, la nuova mostra dell’artista Stefano Ogliari Badessi in programma per il prossimo weekend (11, 12, 13 settembre) allo ‘Zanzibar’ di Crema.

Una nuova scommessa, dopo il successo, nel 2019, di ‘Wonderland’ che ha portato migliaia di persone nei chiostri del Sant’Agostino. L’origine è sempre ‘Wonderland’, ma dopo Il Sant’Agostino e Miami “tutto viene rimescolato. Da qui l’idea dell’esperimento, che può avere altrettanto successo, oppure fallire”, spiega SOB. Di certo resterà l’onirico, il viaggio, l’ignoto e, soprattutto, il ‘selvaggio’.

Stefano esce, ancora e come sempre, dagli schemi dell’arte. Esce dalle gallerie e incontra le persone; tutte le persone, anche quelle che non visiterebbero mai una mostra. L’arte di SOB cattura e coinvolge non solo il pubblico, ma anche i performer che sono parte integrante dell’esposizione. “Non sono l’artista solitario con l’idea perfetta, anzi. Smonto gli schemi degli altri, così se un ballerino mi dice che vuole esibirsi a testa in giù, troviamo il modo per far sì che sia possibile”.

Stefano usa il plurale, perché “Wonderland experiment” è frutto di un lavoro corale, a cominciare dalla parte spettacolo e logistica, gestita da Irene Baselli che ammette, ridacchiando, la fatica “di assicurare la logistica in qualcosa di totalmente illogico”. Oltre a lei fondamentale è il lavoro di Fade, il service luci che non si ferma ai meri collegamenti elettrici e pose di lampade colorate, ma studia ogni dettaglio fondendosi con l’arte, la musica, la danza… Le luci sono parte, come tutto, della mostra. La location stessa, in gestione a Massimiliano Tacchinardi, fa parte dell’esposizione: il giardino dello Zanzibar è “pura scenografia – aggiunge SOB – E Massimiliano si conferma una sorta di mecenate. I suoi locali lo dimostrano: concede spazio all’arte e con gli artisti la porta all’attenzione dei fruitori”.

IL PROGRAMMA: 3 giorni ricchi di eventi con al centro 3 concerti che corrono sul filo rosso delle arti circensi, ospitando interpreti di livello internazionale: venerdì 11, preceduto da momenti performativi a cura della classe di Acrobatica circense di Anke Hein e di Scuola Danza Chieve,  sul palco arriva Slick Steve and The Gangster, un quartetto esplosivo che unisce sonorità vintage e moderne, Swing e Rock’n Roll alla magia e alla giocoleria.

Sabato 12 è il turno di Tizio Bononcini, musicista e performer camaleontico che sa trasformare un concerto in una serata di brillante cabaret, accompagnandosi al pianoforte e da un vivace violoncellista, a seguire danzatori e le inimitabili performance della compagnia internazionale di circo contemporaneo Artemakìa, guidata dall’artista e coreografo Milo Scotton.

Domenica 13 gran finale con un duo dal talento davvero unico, Cadillac Circus, quando i musicisti sono anche giocolieri e il concerto si trasforma in un evento alto tasso di emozione.

Ma Wonderland’s Experiment non vive solo di sera, durante le giornate di sabato 12 e domenica 13 si sussegue un variegato programma di laboratori per adulti e bambini che trasformano il giardino dello Zanzibar in un luogo in cui sperimentare la creatività a tutto tondo in cui è possibile anche pranzare, cenare e fare un aperitivo. Gli adulti possono cimentarsi nell’arte della poesia guidati dal talento della giovane poetessa Giulia Pedrazzetti oppure godersi un momento tutto per sé con le pratiche Yoga e di meditazione a cura de I silenzi dell’anima; i bambini possono divertirsi nei laboratori di disegno e pittura a cura di Serena Marangon e Simona Barboni e in quelli di acrobatica circense condotti da Anke Hein.

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero e in caso di maltempo verranno posticipati al week end successivo. Per garantire maggior sicurezza e attenzione alle norme anti-covid ogni attività si svolgerà solo ed esclusivamente su prenotazione.

Per le serate musicali info e prenotazioni tavoli: 348 735 0520

Per info e prenotazione dei laboratori:
Crossing Poetry: 3293473923
Art Wonderin Lab: 3402478726
Acrobatica Circense: 3393281209
Yoga e Meditazione: 3297229974
Percorso con l’artista: 3477382202

“Oltre alla mascherina – conclude SOB – consiglio di indossare qualsiasi cosa possa richiamare wildness e creatività: via libera a vestiti animalier, piume, abiti colorati”. Un consiglio che conferma, se ancora ce ne fosse bisogno, quanto il pubblico sia protagonista dell’evento.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti