Ultim'ora
Commenta

Lo scrittore cremasco
Sartori finalista al
Premio 'Nebbia Gialla'

Nebbia Gialla è uno dei festival del noir tra i più prestigiosi d’Italia e si tiene a Suzzara da 14 anni. Ideato e diretto dallo scrittore Paolo Roversi, il festival ha promosso negli anni anche un importante Premio Letterario, occasione preziosa per far conoscere al grande pubblico alcune delle nuove voci del giallo-noir italiano.

L’edizione 2020 del Premio Nebbia Gialla per romanzi inediti ha da poco comunicato la lista dei 6 finalisti che annovera anche lo scrittore cremasco Lorenzo Sartori con il romanzo Il filo sottile di Arianna.

Dovremo però aspettare fino a sabato 19 settembre per conoscere il nome del vincitore che sarà proclamato nel corso della premiazione in programma a Suzzara e che offrirà la possibilità di vedere la propria opera pubblicata dall’editrice Laurana nella collana di giallistica Calibro 9.

Ambientato tra Milano e Crema, Il filo sottile di Arianna svela un raffinato gioco di scatole cinesi che ha per protagonista un ex poliziotto ora divenuto investigatore privato e alle prese con l’alta società, una ragazza bellissima che gli fa perdere la testa, un imprenditore scomparso e una figlia adolescente che non smette di ricordargli la sua imperdonabile arretratezza tecnologica.

© Riproduzione riservata
Commenti