Commenta

Morte Pamiro: quel cd trovato
sulla tomba di un estraneo.
La mamma: 'Chi sa, parli'

Stanno suscitando sempre più l’interesse dei media e delle tv nazionali i misteri che si celano dietro la morte di Mauro Pamiro, il 44enne professore e musicista cremasco trovato privo di vita lunedì 29 giugno nel cantiere edile di via Mazzolari, nel quartiere dei Sabbioni, a circa 200 metri da casa sua. Gli inquirenti non scartano nessuna delle tre ipotesi: dall’omicidio, alla disgrazia, al suicidio. Una tesi, quest’ultima, scartata dai genitori dell’uomo e da chiunque lo conosceva bene ipotesi di cui gli stessi investigatori sarebbero poco convinti. L’altezza da cui Mauro è caduto è sufficiente per perdere la vita? E poi perché non è stato trovato sangue? Perché Mauro era scalzo e senza telefonino?. Oltre a sentire gli amici, i conoscenti e le persone che frequentavano il professore, gli uomini della squadra mobile di Cremona e del commissariato di Crema si stanno ancora concentrando, con sopralluoghi e misurazioni, sul cantiere dove è stato trovato il corpo. Gli investigatori coordinati dal pm Davide Rocco stanno seguendo anche la pista delle frequentazioni di Mauro e della moglie Debora Stella, lei ancora indagata per omicidio. Frequentazioni che riguardano anche un gruppo dedito alla scienza spirituale. “So che mio figlio e la moglie frequentavano un corso di yoga”, sostiene Marisa, la madre di Mauro. E in più c’è il mistero del cd di Mauro, trovato martedì 30 giugno al cimitero di Crema e posto sotto sequestro. I poliziotti lo hanno trovato sulla tomba di un estraneo morto nel 2016, un anziano con in mano una chitarra. Il cd contiene l’ultimo brano scritto lo scorso marzo dalla vittima ed intitolato “A Last Embrace”, ovvero “Un ultimo abbraccio”. Sulla copertina del cd c’è una mano che schiaccia un pomodoro dal quale esce il succo di colore rosso sangue. Chi e perchè ha lasciato il cd nel cimitero?. Intanto, per sbrogliare la matassa, si attende di sentire la moglie, 40 anni, grafica pubblicitaria, ancora ricoverata nel reparto di Psichiatria dell’ospedale di Crema. Cosa può essere accaduto a Mauro, morto nella notte tra sabato 27 e domenica 28 giugno? Cosa ci faceva in quel cantiere? E perchè la moglie non ha avvisato nessuno della sua scomparsa?. Avevano forse litigato?. Di sicuro c’è che Mauro è morto in seguito a lesioni interne provocate da una caduta dall’alto, mentre quel foro rinvenuto sulla fronte altro non è che una escoriazione, una ferita causata dall’impatto con il suolo. Questi i primi risultati dell’autopsia, mentre per gli esiti degli esami tossicologici bisognerà attendere ancora. La mamma di Mauro sostiene che il figlio non avesse alcun problema di alcol o droga e che non avesse nemici. E lancia un appello: “Chi sa qualcosa si faccia avanti”.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti