Commenta

La Cri di Crema accorcia le
distanze tra degenti Fbc e i
loro parenti: consegnati 2 tablet

Nel pomeriggio di lunedì la Croce Rossa Italiana – Comitato di Crema ha consegnato alla Fondazione Benefattori Cremaschi due tablet per facilitare l’interazione tra pazienti e parenti. L’obiettivo è accorciare le distanze dovute ai Decreti per contrastare il diffondersi di Covid19: i due dispositivi permetteranno infatti di effettuare videochiamate tra gli ospiti della RSA cittadina e i famigliari che attualmente, per ragioni di sicurezza, non possono recarsi a trovare i degenti. Bianca Baruelli, Presidente della Fondazione, e il Direttore Gianpaolo Foina, si sono detti felicissimi del gesto della CRI di Crema, un gesto reso possibile grazie alla sinergia con Coop Lombardia. In questo periodo di emergenza Covid19, le attività dei volontari CRI si stanno moltiplicando: sul territorio cremasco, oltre all’attività di emergenza urgenza 118 ( a disposizione di AREU un mezzo in h24 e un mezzo in h12), il personale é impiegato  quotidianamente nel trasporto di pazienti, spesso positivi a Covid ma anche nella consegna di farmaci e spesa a domicilio per persone anziane, fragili e in quarantena fiduciaria. Tanti i servizi e massima la disponibilità dei volontari per soccorrere e sostenere la comunità in un momento difficilissimo: la CRI c’è e ci sarà sempre.

© Riproduzione riservata
Commenti