Commenta

Gallera a Crema: 'Qui da subito
in prima linea: cooperazione
di tutti. Con Cuba fratellanza'

E’ stato inaugurato poco fa l’ospedale da campo militare allestito in soli tre giorni nel parcheggio dell’ospedale di Crema. La struttura ospiterà anche i medici giunti da Cuba a dare manforte ai colleghi cremaschi.

Presente all’incontro con la stampa l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, che ha riconosciuto l’enorme lavoro del nosocomio cittadino, “da subito in prima linea. Crema ha vissuto, e sta vivendo, una situazione complicata. Il numero di pazienti che ha affollato il pronto soccorso e i reparti ha messo a dura prova il personale, che voglio ringraziare personalmente”.

Quando le richieste di aiuto della direzione dell’ospedale (guidato da Germano Pellegata) e dell’Amministrazione comunale si sono fatte insistenti, Gallera ha raccontato di aver scritto una lettera a Cuba, “con la quale siamo amici da tempo. Due giorni dopo – ha proseguito l’assessore – mi ha chiamato l’ambasciatore, dicendomi che erano a disposizione, pronti a partire. Per noi è stata una boccata d’ossigeno, nella gestione dell’emergenza di una patologia che il respiro lo toglie”.

Una collaborazione che rende speranza a questo territorio, “al fine di curare meglio persone che arrivano in ospedale. La pressione in pronto soccorso nelle ultime 48 ore si è allentata. L’obiettivo è ridurla ancora”.

“Grazie a tutti – ha concluso Gallera – per lo straordinario lavoro di coordinazione”.

Al termine dell’intervento dell’assessore, il vescovo Daniele Gianotti ha benedetto l’ospedale militare e chi vi opererà, regalando al comandante del campo un’immaginetta di San Pantaleone, medico e protettore della città di Crema.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti